È alla trasmissione Un giorno da Pecora che il regista Dario Argento affida il suo giudizio su Suspiria, il film di Luca Guadagnino uscito nelle sale italiane il 1 gennaio dopo la presentazione a settembre 2018 al Festival di Venezia, ovviamente ispirato al suo classico del 1977:

Sì, ho visto la riedizione, il remake del mio film. Non mi ha entusiasmato, ha tradito un po’ lo spirito del film originale. C’è poca paura, non c’è musica, ci sono… La celebrazione del potere femminile era il tema anche del mio film, con protagoniste tutte femmine. […] Non esprimo un voto, non sono un professore. Ma il film non mi ha molto soddisfatto. …così così.

[…] È una pellicola raffinata, da persona fine, come Guadagnino.

[…] Guadagnino fa bei tavoli, belle tende, bei piatti, tutto bello…

Argento aveva già fatto dei commenti, altrettanto freddi, dopo la presentazione del film al Festival di Venezia:

È un film diverso dal mio, fatto con uno spirito diverso, nello stile raffinato, elegante e ben fatto di Luca Guadagnino che resta uno dei migliori registi europei. E per quanto riguarda le differenze rispetto all’originale?
Il mio stile aveva una ferocia e una grinta che il remake non ha. L’horror è una questione interiore, dipende da quello che hai dentro.

Va detto che Guadagnino stesso ha sempre sostenuto di non voler fare un film fedele all’originale, quanto un omaggio personale:

Ogni film che faccio è un tuffo nei sogni della mia adolescenza, e Suspiria è precisamente il sogno adolescenziale più megalomane che abbia mai fatto. Vidi il poster quando avevo undici anni, e vidi il film a quattordici, rimasi molto colpito. Iniziai a sognare di realizzare una mia versione di quel film. Quindi per certi versi mi viene da sorridere quando sento la gente che esclama ‘come osi rifare Suspiria. È una mentalità davvero commerciale!’ Quel film mi ha reso la persona che sono oggi. Questo è il mio approccio: un omaggio all’emozione incredibile e potentissima che mi ha suscitato quando lo vidi.

 

 

Ambientato nella Berlino del 1977, il Suspiria di Guadagnino è incentrato su una giovane donna americana che si unisce a una prestigiosa compagnia di danza. Il suo arrivo coincide con la scomparsa di una delle altre ballerine. E così, mentre inizia ad ambientarsi, inizia a sospettare che la compagnia stia nascondendo un inquietante segreto.

Le riprese del film si sono svolte a Berlino e a Varese. Co-finanziato dagli Amazon Studios con K Period Media (Manchester By The Sea), Suspiria vede nel cast Tilda SwintonDakota Johnson (Cinquanta Sfumature di Grigio), Mia Goth (La Cura del Benessere), Chloë Grace Moretz, e Jessica Harper. Lo script è di David Kajganich.

Consigliati dalla redazione