Nel corso di un’intervista per Rolling Stone, Sophie Turner ha parlato dei parallelismi tra Hollywood e Westeros, il continente occidentale della serie televisiva Il Trono di Spade.

C’è molta Sansa in me” ha dichiarato l’attrice. “Ti avvicini a qualcosa, pensi che sarà come un grande sogno e poi ti accorgi che: ‘Oh, aspetta. Devo essere strategica in ogni cosa’. Harvey Weinstein è Joffrey o Ramsay. Probabilmente peggio, un Estraneo“.

L’articolo passa a spiegare che l’attrice non ha dovuto lavorare con Weinstein, ma con un’altra figura “screditata”, Bryan Singer, regista di X-Men: Apocalisse e del recente Bohemian Rhapsody.

In merito al filmmaker l’attrice non si è sbilanciata, ma ha fatto eco alle parole di Rami Malek (protagonista del film su Freddie Mercury e i Queen) definendo la loro collaborazione poco gradevole. “Il periodo trascorso insieme è stato, come detto da Rami, spiacevole“.

Il sequel di Apocalisse, X-Men: Dark Phoenix, è stato diretto da Simon Kinberg e sarà al cinema il 6 giugno.

Questa la sinossi:

La telepate Jean Grey sviluppa incredibili poteri psichici che corrompono la sua mente, trasformandola nella terribile Fenice Nera.Gli X-men alle prime armi, Ciclope (Tye Sheridan), Tempesta (Alexandra Shipp), Nightcrawler (Kodi Smit-McPhee) e Quicksilver (Evan Peters) uniscono le forze con l’indomita Mystica (Jennifer Lawrence) e l’imprevedibile Magneto, ora a capo di un gruppo di mutanti dell’isola di Genosha, per salvare la vita della loro amica.

Nel film troveremo James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Evan Peters, Kodi-Smit McPhee, Alexandra Shipp, Lamar Johnson, Sophie Turner e Jessica Chastain.

Consigliati dalla redazione