È iniziata ieri la maratona tutti i film della saga di Harry Potter su Italia1: dopo aver seguito in live-blogging assieme a voi La Pietra Filosofale, stasera tocca alle 21.25 a Harry Potter e la Camera dei Segreti, di cui oggi vi raccontiamo alcune curiosità.

Harry Potter e la Camera dei Segreti è il secondo film della serie fantasy prodotta dalla Warner Bros. Pictures. Diretto per la seconda (e ultima) volta da Chris Columbus, su uno script di Steve Kloves, il film è stato presentato in anteprima a Londra il 3 novembre, è arrivato il 15 novembre 2002 nei cinema statunitensi e il 6 dicembre in quelli italiani.

 

dobby banner

 

  • Le riprese sono cominciate tre giorni dopo l’uscita al cinema di Harry Potter e la Pietra Filosofale, lunedì 19 novembre 2001; questo è stato possibile grazie a una pre-produzione cominciata già durante la lavorazione al primo film;
  • Tutti e quattro i figli di Chris Columbus sono apparsi nel film: Eleanor interpreta Susan Ossas, Brenda una ragazza in biblioteca, Violet la bambina con i fiori nel dipinto e Isabella la bambina che legge un libro al Ghirigoro;
  • Per altri impegni concomitanti, John Williams non consegnò una colonna sonora completa. Il compositore William Ross fu ingaggiato per adattare la colonna sonora di John Wiliams e condurre l’orchestra per la registrazione;
  • Richard Harris era convinto che Fanny fosse un uccello vero addestrato prima di scoprire, con sommo stupore, che si trattava di un pupazzo meccanico. Purtroppo l’attore morì alcune settimane prima dell’arrivo del film, il 25 ottobre 2002;
  • Tantissimi fan di Harry Potter andarono a vedere Scooby-Doo soltanto per assistere alla proiezione del trailer del film, a giugno 2002; nel trailer (che è ancora online) mancavano effetti visivi come quelli di Hogwarts e il Basilisco!
  • La troupe aveva realizzato un mucchio di bozzetti ritraenti gli gnomi di cui Harry, Ron e i gemelli si sarebbero dovuti liberare come punizione per aver usato la macchina incantata, ma poi l’idea fu scartata;
  • La battuta di Jason Isaacs e la conseguente risposta di Daniel Radcliffe furono improvvisate dagli attori (“Noi speriamo che il signor Potter ci sia sempre per salvare la situazione”) con grande stupore di tutta la troupe;
  • Eddie Redmayne, scelto poi come Newt Scamander in Animali fantastici e dove trovarli, fece un provino per interpretare Tom Riddle. Alla fine fu Christian Coulson a ottenere il ruolo sebbene avesse 23 anni e superasse gli altri aspiranti sedicenni e diciassettenni;
  • Nella scena finale Hermione avrebbe dovuto abbracciare sia Harry che Ron. Emma Watson era troppo in imbarazzo, così il regista le “concesse” di abbracciare solo Harry, e di stringere la mano a Ron. J.K. Rowling ha poi svelato che nel film sono presenti accenni al futuro di Harry, Ron e Hermione: “Chris [Columbus] nel secondo film ha anticipato qualcosa che io faccio solo nel quarto libro, cioè degli accenni di sentimenti nel trio”.
  • Bonnie Wright ha svelato di aver girato una scena in cui Ginny strangola un gallo al di fuori della capanna di Hagrid, ma la scena però fu tagliata. Nel film, quando Hagrid si precipita nell’ufficio di Silente per difendere Harry, il custode delle chiavi ha in mano un gallo morto: si tratta di una citazione ad una scena nel libro (tagliata dal film) in cui Hagrid trova tutti i galli della scuola morti: il canto del gallo può essere fatale per un basilisco;
  • Il film è l’unico in tutta la saga ad avere una scena dopo i titoli di coda (disponibile qui) con protagonista Gilderoy Allock.

Che ne dite di queste curiosità? Appuntamento a stasera!