Dopo il successo di L’uomo invisibile, la Universal ha scelto nuovamente Leigh Whannell per la regia del nuovo film su Wolfman, l’uomo lupo. Protagonista della pellicola sarà Ryan Gosling, che in precedenza doveva essere ispirato in parte a Nightcrawler – Lo Sciacallo di Dan Gilroy e raccontare le vicende di un conduttore televisivo che viene infettato diventando un uomo lupo. Sembra però che Whannell abbia scritto un nuovo trattamento per il film, e che ora il film sarà basato su questa sua idea. A produrre la pellicola la Blumhouse, già dietro a L’uomo invisibile e a Upgrade (entrambi diretti da Whannell).

A un certo punto c’è stata la possibilità che Gosling stesso finisse in cabina di regia, ma dopo numerose discussioni è stato deciso di farlo semplicemente recitare nel progetto, di cui sarà anche produttore.

Lauren Schuker Blum e Rebecca Angelo, autrici di Orange is the New Black, si sono occupate della sceneggiatura sulla base di un trattamento di Gosling.

The Wolfman sarà il secondo film della major nella “nuova” iterazione dei Mostri Universal. Nel 2017 con La Mummia si era tentato un approccio blockbuster chiamato Dark Universe, ma dopo il flop si è deciso di procedere con film individuali a partire da L’uomo invisibile, che ha incassato 124 milioni di dollari (pandemia inclusa) contro un budget di 7. Ora sono in sviluppo Dark Army di Paul Feig, Renfield di Dexter Fletcher, Invisible Woman di Elizabeth Banks, The Monster Mash di Matt Stawski e Dracula di Karyn Kusama.

Il più recente film dedicato a Wolfman è del 2010, diretto da Joe Johnston con Benicio del Toro nei panni dell’iconico mostro.

Fonte: Deadline