La notizia della positività di Robert Pattinson al nuovo Coronavirus e della conseguente interruzione delle riprese di The Batman ci ha colto tutti alla sprovvista, anche perché la lavorazione del cinecomic di Matt Reeves era ripartita da appena tre giorni dopo un fermo di cinque mesi e mezzo (trovate tutto quello che c’è da sapere sulla situazione in questo articolo e in quest’altro).

Durante una chiacchierata fatta con il boss di WarnerMedia Studios & Networks Boss, Anne Sarnoff, Deadline ha avuto la possibilità di toccare questo argomento proprio con la dirigente.

Per via della policy aziendale della WarnerMedia che impedisce di parlare nel dettaglio delle condizioni di salute dei suoi dipendenti, Anne Sarnoff non ha potuto diffondere dati troppo specifici, e, in merito alla situazione di The Batman, ha spiegato:

Siamo ancora nel bel mezzo delle indagini in merito a questa situazione. Abbiamo sospeso temporaneamente la lavorazione fino a che non avremo più informazioni, ma abbiamo già attivato tutti i protocolli di tracciamento dei contatti e speriamo di poter tornare presto al lavoro.

The Batman uscirà il 1° ottobre 2021.

Regista del film Matt Reeves, l’attore Robert Pattinson (l’imminente “Tenet, “The Lighthouse”, “Good Time”) interpreta il vigilante e detective di Gotham City, Batman, e il miliardario Bruce Wayne.

Al fianco di Pattinson recitano Zoë Kravitz (“Animali fantastici: i crimini di Grindelwald”, “Mad Max: Fury Road”) nel ruolo di Selina Kyle; Paul Dano (“Love & Mercy”, “12 anni schiavo”) nel ruolo di Edward Nashton; Jeffrey Wright (i film di “Hunger Games”) nel ruolo di James Gordon del GCPD; John Turturro (i film di “Transformers”) nel ruolo di Carmine Falcone; Peter Sarsgaard (“I magnifici 7”, “Black Mass – L’ultimo gangster”) nel ruolo del Procuratore Distrettuale di Gotham, Gil Colson; Jayme Lawson (“Farewell Amor”) è la candidata sindaco Bella Reál, con Andy Serkis (i film “Il pianeta delle scimmie”, “Black Panther”) nel ruolo di Alfred; e Colin Farrell (“Animali fantastici e dove trovarli”, “Dumbo”) in quello di Oswald Cobblepot.

Vi invitiamo a prendere visione di quanto indicato sul sito del Ministero della Salute in merito al nuovo Coronavirus.

In questa pagina trovate tutte le nostre notizie collegate alle ripercussioni che tutto ciò sta avendo sull’industria del cinema.