Dopo il rinvio di Dune all’ottobre del 2021 e l’annuncio dell’uscita di Le streghe di Robert Zemeckis in PVOD non solo negli Stati Uniti, ma anche nei paesi dove in cinema hanno riaperto in condizioni di relativa sicurezza, l’unico blockbuster Warner previsto nei cinema entro la fine del 202o è Wonder Woman 1984 (in quelli italiani dovrebbe esordire a gennaio del 2021).

Considerando l’andamento dell’emergenza sanitaria del nuovo Coronavirus, la stessa regista del film, Patty Jenkins, non sembra essere tanto sicura del fatto che il film potrà rispettare l’appuntamento con la sala.

Ecco la dichiarazione riportata da Variety:

Credo che, ora come ora, nessuno possa essere sicuro di nulla. Non possiamo prevedere quale sarà l’andamenti della pandemia di COVID. Ci spero e mi sembra possibile.

La regista commenta anche la paradossale situazione di aver lavorato a un film che, in condizioni normali, in questo periodo dell’anno avrebbe dovuto addirittura terminare la sua corsa al box-office, ma che invece è ancora necessariamente Missing in Action per cause di forza maggiore:

È incredibilmente surreale. L’aspetto più grande in materia di bizzarria è che, in condizioni normali, sarebbe stata un’avventura abbastanza lineare, no? Firmi il contratto per dirigere un film, lo scrivi, lo dirigi, lo porti a termine, il film esce e passi ad altro. Qua invece ho speso tre anni per lavorare a una cosa, sette giorni su sette, e poi il nulla. Non ci sono prove di tutto questo lavoro! Per la maggior parte del tempo, le uniche persone che l’hanno visto sono quelle che ci hanno lavorato. L’abbiamo da poco mostrato ai nostri agenti. Ed è stato emozionante poter parlare con delle persone che non avevano idea di come fosse la pellicola. E invece eccoci qua in questo contesto super strano in cui dedichi così tanto impegno a un film e non vedi l’ora che le persone possano vederlo e condividere le loro opinioni con te e invece eccomi qua a pulire casa e a cucinare.

Ricordiamo che già a inizio ottobre, il capo analista di Box Office Pro ha ipotizzato un rinvio della pellicola. In precedenza, Patty Jenkins aveva puntualizzato che, anche in caso di un ulteriore rinvio, esclude la possibilità di una release in streaming.

Wonder Woman 1984 sarà (teoricamente) al cinema a Natale negli Stati Uniti, a gennaio in Italia.

Questa la sinossi ufficiale:

Un rapido balzo fino agli anni ’80 nella nuova avventura per il grande schermo di Wonder Woman, che si troverà ad affrontare un nemico del tutto nuovo: The Cheetah.

Nel cast del film film compare anche Kristen Wiig nel ruolo della super cattiva Cheetah, così come Pedro Pascal. Chris Pine fa ritorno al suo ruolo di Steve Trevor. Nel cast anche Ravi Patel, Natasha Rothwell e Soundarya Sharma.

Charles Roven, Deborah Snyder, Zack Snyder, Patty Jenkins, Stephen Jones e Gal Gadot sono i produttori del film. Rebecca Roven Oakley, Richard Suckle, Wesley Coller, Geoff Johns e Walter Hamada ne sono i produttori esecutivi.

A far compagnia alla regista dietro la macchina da presa, il direttore della fotografia Matthew Jensen, la scenografa candidata all’Oscar® Aline Bonetto (“Amélie”) e la costumista premio Oscar® Lindy Hemming (“Topsy-Turvy”). Il montatore candidato all’Oscar®, Richard Pearson (“United 93”) si occuperà del montaggio del film.

Tra i luoghi per le riprese la produzione ha scelto Washington, D.C., Alexandria, Virginia oltre a Regno Unito, Spagna e Isole Canarie.

“Wonder Woman 1984” è ispirato al personaggio creato da William Moulton Marston e pubblicato nei fumetti dalla DC Entertainment. Il film sarà distribuito in tutto il mondo dalla Warner Bros. Pictures, una compagnia della Warner Bros. Entertainment.