In un recente intervento al Premier Guitar podcast, Wong Notes, con Cory Wong degli Vulfpeck (via The Hollywood Reporter), Danny Elfman ha raccontato che, al tempo dell’uscita del primo, leggendario Batman di Tim Burton, rimase fortemente deluso dal missaggio della sua colonna sonora.

Il musicista e storico collaboratore di Tim Burton spiega:

Rimasi fortemente insoddisfatto col dubbing di Batman. Lo fecero nella vecchia maniera: facevi lo score e poi lo passavi ai “professionisti” per la lavorazione e l’inserimento nel film. E il dubbing veniva fatto in maniera decisamente traballante in quegli anni. Lo avevamo registrato in multicanale – tre: destra, centro e sinistra – e, fondamentalmente, levarono del tutto la musica dal canale centrale.  Non ci misero alcuna cura. Ho lavorato a svariate colonne sonore per grandi scene d’azione. Ma con Batman realizzai che avrei potuto far suonare qualsiasi cosa all’orchestra. Avrei potuto comporre la musica del film usando le percussioni, un’armonica e un banjo perché tutto quello che riesci a sentire sono un po’ di percussioni nei momenti più spettacolari senza riuscire a sentire quello che stava facendo l’orchestra. Quella fu la prima volta, la mia prima lezione su come questi cosiddetti professionisti possono prendere la colonna sonora di un film e fare il loro lavoro nella maniera più facile per loro: mettere da parte la musica e evidenziare i dialoghi.

Batman, la sinossi del film di Tim Burton:

Nell’immaginaria cittadina di Gotham City, il giovane miliardario Bruce Wayne, che ha assistito da bambino al feroce assassinio dei genitori, compiuto da alcuni rapinatori senza scrupoli, ha deciso di combattere tutti i malfattori. Disponendo di molto denaro, di una eccezionale macchina blindata e di un aereo specialissimo, egli è diventato il misterioso uomo mascherato che combatte il crimine travestito da pipistrello e sembra poter volare. A capo della malavita della città, dopo l’eliminazione di Grissom, c’è ora Jack Napier, un gangster spietato, che, durante uno scontro con Batman, è precipitato in una vasca d’acido, uscendone vivo, ma sfigurato. Divenuto pazzo, dopo aver subito una plastica facciale, che gli ha provocato un perenne ghigno sulle labbra, Napier, soprannominatosi Joker, indossa coloratissimi costumi da clown e si comporta con sinistro sarcasmo. E’ potentissimo, ha seguaci spietati e vuole sconfiggere e uccidere il misterioso Batman, la cui identità è nota solo al fedele ed anziano domestico, Alfred, col quale vive in un palazzo-fortezza, nei cui sotterranei si celano armamentari sofisticatissimi. Frattanto il giovane Bruce ha conosciuto Vicki Vale, una bella ed intraprendente fotografa d’attualità, e i due presto si innamorano, ma anche lei ignora che egli è Batman. Joker, che si è invaghito di Vicki, dopo aver sfregiato molte importanti opere d’arte e seminato il panico in città, avvelenando alcuni cosmetici, per sfidare Batman rapisce Vicki e la porta in cima ad un altissimo campanile. Qui si svolge un terribile combattimento nel quale Batman elimina i complici di Joker, poi ha una cruenta lotta con il sinistro Jack, che precipita dall’alto e muore. Vicki può finalmente abbracciare Batman, che precedentemente aveva scoperto essere Bruce.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!