Anche se Ben Affleck tornerà nei panni di Batman in The Flash, l’avventura della star con la popolare icona della DC Comics può dirsi sostanzialmente conclusa.

Il testimone è passato nelle mani di Robert Pattinson che interpreterà l’Uomo Pipistrello in The Batman di Matt Reeves in uscita – variante omicron permettendo – il prossimo 4 marzo.

Dalle pagine di Entertainment Weekly, Ben Affleck ha ricordato, chiacchierando con l’amico Matt Damon, il ruolo che lui ha avuto nel portarlo a decidere di appendere la maschera e il mantello del Crociato di Gotham City.

Ho avuto un’esperienza situata davvero al Nadir con Justice League e per un sacco di ragioni differenti. Non incolpo nessuno perché, sul serio, sono successe tante cose. Ma la realtà dei fatti è che non ero felice. Non mi piaceva trovarmi in quella posizione e non mi pareva che fosse interessante. Poi sono successe alcune robe davvero di mer*a ed è stato a quel punto che mi sono detto “Non ho più intenzione di farlo”.

Ed è a questo punto che Ben Affleck ricorda il ruolo avuto da Matt Damon nella decisione di dire addio a Batman:

Difatti te ne parlai e tu sei stato la principale influenza della decisione che ho preso. Volevo fare cose che mi rendevano felice. Poi abbiamo fatto insieme The Last Duel e mi sono divertito in ogni singolo giorno di lavoro. Non ero l’unica star, non interpretavo un personaggio che risultava simpatico. Ero praticamente il villain. Non ero tutte quelle cose che pensavo dovessi interpretare quando ho cominciato a recitare e, nonostante questo, è stata un’esperienza fantastica. Un’esperienza che è arrivata senza che stessi lì a inseguirla.

Trovate tutte le informazioni su The Last Duel nella nostra scheda del film.

Cosa ne pensate? Se siete iscritti a BadTaste+ potete dire la vostra nello spazio dei commenti qua sotto!