Il papà de Il trono di spade George RR Martin ha “recensito” Furiosa di George Miller sulle pagine del suo blog.

Con un costo di 168 milioni (esclusa la P&A) e un incasso di soli 144 milioni in tutto il mondo, Furiosa si è dimostrato un tonfo non indifferente tanto per la Warner quanto per il leggendario regista George Miller tanto che, a questo punto, è difficile ipotizzare che la saga possa proseguire.

Detto ciò, parlando di Furiosa dalle pagine del suo blog, George Martin si è così espresso:

Ho visto Furiosa la settimana scorsa su uno schermo Imax. L’ultimo film di Mad Max… anche se, stranamente, senza Mad Max. Non penso ci sia un regista di film d’azione migliore di George Miller. I combattimenti in Furiosa sono spettacolari, specialmente se visti su uno schermo Imax.

Ovviamente, Miller aveva un budget molto più grande questa volta. Penso che il primo Mad Max sia stato realizzato con le monete che aveva trovato fra i cuscini del suo divano. Furiosa probabilmente è costato più dei primi quattro film di Max messi insieme. Data la sua struttura narrativa, poteva anche tranquillamente diventare cinque film, o tre stagioni di una serie televisiva. Mi è piaciuta Anya Taylor-Joy, che ha interpretato Furiosa questa volta. Anche la ragazza che ha interpretato Furiosa da bambina è stata brava. Mi sono piaciuti Tom Burke (Praetorian Jack) e Chris Hemsworth come Dementus… e la Cittadella è un set fantastico, anche se è stato usato con più impatto in Fury Road.

Complessivamente, però, Mad Max 2 rimane ancora il mio film preferito della saga. Furiosa e Fury Road hanno entrambi i loro meriti, ma li classifico ancora al di sotto del secondo e terzo film con Mel Gibson. I nuovi sono più grandi e più costosi, e le scene d’azione sono enormi… ma la costruzione del mondo, i personaggi secondari e le storie non possono essere paragonati.

Poi aggiunge:

E mi mancano i finali. Le scene finali di Mad Max 2 e Oltre la sfera del tuono sono scritte magnificamente e mi fanno commuovere ogni volta che le vedo. Amo il sapore agrodolce di quegli epiloghi. In entrambi i casi, Max rimane da solo, in piedi sulla strada… il che si adatta al personaggio presentato nel primo film, il solitario così devastato dalla morte della moglie e del figlio che non vuole più far parte di alcuna comunità. Non vuole essere un eroe (come canta Aunty Entity in Oltre la sfera del tuono), non vuole amare di nuovo (e forse perdere di nuovo), ma c’è ancora un residuo del poliziotto che era sepolto dentro di lui, e si ritrova comunque trascinato nell’eroismo.

Il film con Anya Taylor-Joy, Chris Hemsworth, Alyla Browne e Tom Burke è nelle sale italiane dal 23 maggio.

Trovate tutte le informazioni su Furiosa: A Mad Max Saga nella nostra scheda!

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

FONTE: George Martin Blog

Classifiche consigliate