Mike Myers è ancora impegnato nella promozione stampa de Il Pentavirato (LEGGI LA RECENSIONE), la serie in streaming su Netflix, e in svariate occasioni è tornato a parlare anche della sua avventura con Shrek.

Ricordiamo infatti che, insieme a Eddie Murphy (Ciuchino) e Cameron Diaz (Fiona) faceva parte del cast vocale originale della saga targata DreamWorks Animation doppiando proprio l’orco Shrek. In un video di Vanity Fair l’attore è tornato a parlare del perché decise di dare all’orco verde un accento scozzese:

Le fiabe hanno sempre parlato del sistema delle classi sociali. Avevi i lavoratori e poi queste persone che, per nessuna ragione particolare, erano re e regine. Non erano stati eletti o cose del genere. Ho sempre pensato che gli orchi appartenessero alla classe proletaria, crescendo da persona proletaria. Ho provato a dargli una cadenza canadese, ma non aveva alcuna grinta. E così proposi “Posso registrarlo di nuovo con cadenza scozzese?”. D’altronde si basava su queste fiabe nate in Europa. Sono molto vicino agli scozzesi e voglio loro un gran bene. Ho dei parenti in Scozia e una specie di background scozzese: gli scozzesi sono dei gran lavoratori. È un accento proletario. Mi dissero che andava bene così. Insistetti e così Steven Spielberg mi disse “Perché non fai una prova?”. E poi mi spedì questa bella lettera di ringraziamento in cui ammetteva anche lui che in scozzese suonava meglio. Hanno speso dei soldi per il mio doppiaggio, ma non la cifra che è sempre stata riportata dalla stampa, ci tengo a precisarlo. E, per la cronaca, il ridoppiaggio lo feci totalmente in forma gratuita e fui davvero felice di farlo perché ci tenevo che il film venisse bene.

Cosa ne pensate di questo aneddoto di Mike Myers sul doppiaggio di Shrek? Se siete iscritti a BadTaste+, ditecelo nei commenti!

Fonte: Vanity Fair su YouTube