Il canadese Ryan Reynolds ha avuto modo di parlare, di recente, della stima e dell’amore provato nei confronti di un altro grande attore canadese come John Candy, purtroppo scomparso nel 1994 a soli 43 anni.

La sede di questa riflessione è stata l’ospitata fatta da Ryan Reynolds a Non c’è bisogno di presentazioni il talk show di David Letterman proposto in streaming esclusivo da Netflix. Il protagonista di Red Notice e Free Guy ha spiegato che proprio in Deadpool ha voluto inserire un omaggio a John Candy piazzando una citazione a Un biglietto in due (Planes, Trains and Automobiles), il capolavoro del 1987 scritto e diretto da John Hughes con protagonisti Steve Martin e il poc’anzi citato John Candy.

Ryan Reynolds spiega:

Crescendo ho sviluppato questa genuina ossessione per John Candy. Che nutro ancora. Steve Martin e un sacco di quei ragazzi arrivati dal Saturday Night Live. Se sono confuso in una scena o non riesco a trovare una maniera adeguata per farla, li copio. Quella specie di carattere aggressivamente non impressionato che ha Neal Page in Un biglietto in due. Lo adoro e non ne ho mai abbastanza. E John Candy lo porto con me in ogni cosa che faccio. In Un biglietto in due lo vediamo che legge questo libro intitolato “The Canadian Mounted” che dovrebbe essere questa sorta di libro soft-porn. Una di quelle robe trash in stile pseudo Danielle Steel. Parliamo di roba nasty. Lo legge in Un biglietto in due. E io possiedo quel libro. Non quello che lui ha nel film, ma la copia che ho fatto rifare per Deadpool. Lo porto sottobraccio in alcune scene. Non penso che qualcuno si sia mai neanche accorto vedendolo inquadrato, ma è una di quelle piccole cose che provi a fare per cercare di non dimenticare quelle persone che ti hanno aiutato a crescere facendoti arrivare dove sei.

 

 

Deapool John Candy

 

Cosa ne pensate delle parole di Ryan Reynolds? Se siete iscritti a BadTaste+ potete dire la vostra qua sotto!