Dopo aver scoperto che all’Ayer Cut di Suicide Squad – la versione inizialmente concepita dal regista che è cambiata drasticamente nel corso della post-produzione – mancano solo alcuni effetti, oggi apprendiamo ulteriori dettagli dal regista in persona, tornato su Twitter per rispondere alle domande dei fan.

Ayer ha innanzitutto chiarito che trovare il modo di diffondere il montaggio originale (sulla scia di quanto fatto da HBO Max per lo Snyder Cut) sarebbe per lui catartico:

Il montaggio sarebbe facile da finire. Sarebbe incredibilmente catartico per me. È estenuante farti prendere a calci in cu*lo per un film che ha ricevuto il trattamento Edward mani di forbice. Il film che ho girato non lo ha visto nessuno.

 

 

Con un altro tweet ha poi confermato che approfitterebbe della nuova occasione per fare alcuni accorgimenti:

Naturalmente. La mia versione non è l’apoteosi del cinema, ma è meglio di ciò che gli spettatori hanno visto. E sì, avrebbe senso aggiornarlo.

 

 

La pellicola, diretta da David Ayer, è uscita nelle sale americane il 5 agosto 2016 e il 13 agosto in Italia. Questa la sinossi:

È bello essere cattivi… Mettete insieme un team dei più pericolosi Super Cattivi che possiate trovare nelle carceri del mondo, dategli il più fornito arsenale a disposizione del governo e mandateli in missione per sconfiggere un’entità insuperabile ed enigmatica. L’ufficiale dell’intelligence degli U.S.A., Amanda Waller ha convocato in gran segreto un gruppo di individui disperati e deprecabili che non ha niente da perdere. Ad ogni modo, dopo aver fallito inevitabilmente la missione ed essersi resi conto di non essere stati scelti per avere successo quanto per la loro colpevolezza riconosciuta, pensate che la Suicide Squad risolverà la questione morendo nel tentativo oppure decideranno sia meglio che ognuno vada per la sua strada?

Cosa ne pensate? Vi piacerebbe vedere Suicide Squad così com’è stato concepito?