In una recente intervista con Den of Geek, Connie Nielsen ha parlato di Wonder Woman 1984 e dell’indice di gradimento inferiore rispetto al primo capitolo diretto da Patty Jenkins.

Stando all’attrice, i continui slittamenti e l’approdo su HBO Max hanno giocato a sfavore:

Quello che succede psicologicamente in certi casi è che film come questo in un territorio incerto per cui si ritrovano sotto un tipo di giudizio che in altri casi non avrebbero avuto. Il fatto che sia stato rimandato così tante volte lo ha messo sotto uno scrutinio che non meritava. E poi, in quanto seguito, si sapeva che sarebbe stato paragonato al film precedente.

Sulle modalità “ingiuste” di fruizione ha poi precisato:

Deve essere stato incredibilmente doloroso [per Patty] non arrivare al cinema come di consueto e vedere la data di uscita cambiare in continuazione, portando sulle spalle l’enorme peso di un grosso blockbuster e la consapevolezza di dover ripagare una compagnia senza poterlo fare a causa dei cinema chiusi.

Ha poi aggiunto:

Lo dico con il massimo per rispetto per chiunque la pensi in modo diverso, ma è innegabile che Patty sia stata fedele alla visione che ha di Wonder Woman, ovvero una visione incredibilmente coraggiosa e importante. Il modo in cui sfida le aspettative può non può piacere a tutti visto che sono stati indotti da tanti altri film di supereroi ad aspettarsi lo stesso modello.

Wonder Woman 1984 è uscito al cinema a Natale negli Stati Uniti, in Italia in digitale a febbraio.  Questa la sinossi ufficiale:

Un rapido balzo fino agli anni ’80 nella nuova avventura per il grande schermo di Wonder Woman, che si troverà ad affrontare un nemico del tutto nuovo: The Cheetah.

Nel cast del film film compaiono Gal Gadot nei panni di Diana Prince, Kristen Wiig nel ruolo della super cattiva Cheetah, e Pedro Pascal. Chris Pine fa ritorno al suo ruolo di Steve Trevor. Nel cast anche Ravi Patel, Natasha Rothwell e Soundarya Sharma.

A far compagnia alla regista dietro la macchina da presa, il direttore della fotografia Matthew Jensen, la scenografa candidata all’Oscar® Aline Bonetto (“Amélie”) e la costumista premio Oscar® Lindy Hemming (“Topsy-Turvy”). Il montatore candidato all’Oscar®, Richard Pearson (“United 93”) si occuperà del montaggio del film.

Tra i luoghi per le riprese la produzione ha scelto Washington, D.C., Alexandria, Virginia oltre a Regno Unito, Spagna e Isole Canarie.

“Wonder Woman 1984” è ispirato al personaggio creato da William Moulton Marston e pubblicato nei fumetti dalla DC Entertainment. Il film sarà distribuito in tutto il mondo dalla Warner Bros. Pictures, una compagnia della Warner Bros. Entertainment.