The Suicide Squad ha stupito gli spettatori di tutto il mondo per la sua carica di umorismo mista a un’anima violentissima. Nel corso di una roundtable promozionale per il film, cui anche noi abbiamo preso parte, al regista è stato chiesto come sia stato potersi confrontare per la prima volta con un film ad alto budget senza avere alcun limite di rating.

Il film è infatti vietato ai minori ed è una scelta rischiosa, frutto di una grande libertà di azione data al regista dalla Warner. Una situazione ben diversa rispetto al precedente film sulla Suicide Squad, rimontato e tagliato (tra i vari motivi) per avere un rating Pg-13.

The Suicide Squad di James Gunn sarebbe potuto essere ancora più violento però, come detto direttamente dal regista:

È stato divertente girare il film potendolo fare “Rated R”. All’inizio non mi aspettavo che venisse fuori così cruento. Ci sono delle cose che potevano essere ancora più estreme e che stavo inserendo nel film, ma poi ho pensato fossero un po’ troppo. Ma sono io che ho scelto di tirarmi indietro ricentrandomi su me stesso.

Un passo indietro frutto di una scelta artistica e non certo di un limite imposto dallo studio. Il regista ha poi aggiunto che in The Suicide Squad – Missione suicida c’è il cuore di un film di guerra, dove le persone si sparano a vicenda. È importante quindi che ci siano delle ripercussioni alla violenza. Non poteva essere diversamente, se non esplicito e “gore”. Se non gli avessero dato il permesso lo avrebbe ambientato su un’isola di robot in cui avrebbero potuto farsi di tutto senza prendere la restrizione per i minori.

È sostanzialmente la tecnica adottata da molti film, come ad esempio la saga di Transformers in cui i robot si decapitano spargendo olio ovunque. Immagini forti, ma che non avendo personaggi umani hanno un minore impatto. Insomma, sembra che non ci fosse altra possibilità che puntare sull’acceleratore della violenza, questa volta. Una scelta che sembra avere premiato il film, dato il buon successo iniziale al box office.

James Gunn si è raccomandato anche di prepararsi per The Peacemaker, la serie tv dedicata al personaggio interpretato da John Cena. Chiunque pensasse che The Suicide Squad sia un film folle ed estremo sappia che la serie tv lo sarà ancora di più!