In occasione della presentazione al Festival di Venezia di un montaggio inedito di Irreversible, la stampa italiana ha avuto modo di incontrare la protagonista, la fulgida Monica Bellucci, giunta al Lido per celebrare questa nuova versione del controverso film diretto da Gaspar Noé nel 2002.

Un incontro in cui la diva ha riflettuto sulla costruzione della propria caleidoscopica carriera (“non scelgo i ruoli in base al minutaggio, ho girato una sola scena in Twin Peaks e lavorato per quattro anni con Kusturica”) e ricordato la complessa lavorazione sul set, sottolineando in parallelo l’estrema attualità delle tematiche toccate dalla pellicola, alla luce di una sensibilità mutata sensibilmente rispetto a diciassette anni fa. “Questo nuovo montaggio mette ancora più in risalto il contrasto tra la bellezza e la violenza”, spiega Bellucci.

“Siamo in un momento in cui questi temi, seppur controversi, vanno affrontati”, continua l’attrice....