Nelle scorse ore si è consumata una discussione sulla cancellazione di Daredevil da Netflix e sul reboot Born Again di Disney+, considerato una fregatura contrattuale.

Taggato da un membro della crew della serie Netflix, al momento in sciopero, che lamentava di come lo show fosse stato cancellato proprio quando i contratti erano migliorati:

E non solo hanno cancellato Daredevil una volta che la troupe ha ottenuto l’aumento e il pagamento delle ferie…. Il reboot di Disney+ torna ai termini contrattuali IATSE della prima stagione. È una fottuta truffa. mi chiedo se Steven de Knight lo sappia!

Steven de Knight, regista del Daredevil di Netflix, gli ha risposto sottolineando quanto fosse una pratica comune definendola comunque una fregatura, chiamare lo show con un altro nome per riavviare i contratti.

Sì, non è affatto quello che ho detto in realtà. Mi riferivo alla tattica di cambiare leggermente il nome di uno show per evitare di pagare i creativi originali o di dare un aumento alla troupe. Sostengo pienamente la nuova serie e spero che vada molto, molto bene.

Attualmente i vertici della Marvel non hanno rivelato i dettagli riguardanti la trama di Daredevil: Born Again, o l’identità di tutti i personaggi dei fumetti coinvolti. Per ora, tuttavia, sembra che Karen Page e Foggy Nelson potrebbero non essere presenti nella storia o al centro di un recasting.

Nel cast ci saranno Charlie Cox nella parte di Matt Murdock, Vincent D’Onofrio che sarà Wilson Fisk/Kingpin, Jon Bernathal nella parte di Frank Castle/The Punisher, Michael Gandolfini, Margarita Levieva, Sandrine Holt, e Nikki James.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

Fonte: The Direct, Twitter

I film e le serie imperdibili

I film e le serie imperdibili

Sciopero degli sceneggiatori: le ultime novità