Le riprese della sesta stagione di Peaky Blinders sono state messe in pausa questa settimana per qualche giorno dopo un test del COVID-19 risultato poi, per fortuna, un “falso positivo”.
Un membro della produzione dello show, seguendo le procedure relative alla sicurezza, si era sottoposto a un test e, dopo il primo risultato, ha dovuto trascorrere del tempo in isolamento, come accaduto alle persone con cui era entrato in contatto.

La produzione è però ripresa oggi dopo le ulteriori verifiche effettuate dal personale medico che hanno evidenziato che si trattava di un falso allarme.

Un portavoce della serie ha dichiarato al Mail Online:

Le riprese di Peaky Blinders sono state interrotte a causa di un test, effettuato da un membro della produzione, risultato un falso positivo. In linea con il protocollo, questa persona si è sottoposta a un test dell’NHS e tutte le persone con cui è entrata in contatto sono state in isolamento. La sicurezza del nostro team che lavora a Peaky Blinders è di importanza cruciale. Il test effettuato dall’NHS si è rivelato negativo e le riprese ricominceranno normalmente.

Il lavoro sulla sesta stagione di Peaky Blinders era stato sospeso nel mese di marzo un anno fa dopo l’inizio della pandemia e a gennaio il cast e la troupe hanno potuto ritornare in sicurezza sul set.

Cillian Murphy, Paul Anderson, Finn Cole e Sophie Rundle sono stati avvistati sul set impegnati a girare alcune nuove scene. L’attore Stephen Graham è inoltre stato immortalato dai fotografi durante le riprese delle puntate inedite.

La produzione della serie, prodotta da BBC, non ha invece ancora svelato se Helen McCrory, morta alcune settimane fa, avesse girato qualche sequenza e se apparirà per l’ultima volta negli episodi con il ruolo di Polly Gray.

Che ne pensate della pausa nelle riprese di Peaky Blinders? Lasciate un commento!

Potete rimanere aggiornati sulla serie grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

Fonte: DigitalSpy