Ieri vi riportavamo del licenziamento di tutti (o quasi) gli sceneggiatori di Terra Nova. La cosa ha preoccupato molti fan, visto che è l’ennesima notizia che fa paventare problemi in una delle produzioni più ambiziose degli ultimi tempi, e così la FOX ha deciso di rilasciare qualche informazione ufficiale per tranquillizzare i fan.

A riportare tali informazioni è il New York Post, che conferma la messa in onda di un pilot di due ore a maggio, come preview dell’intera serie che verrà poi trasmessa regolarmente in autunno. Il giornale sostiene che Steven Spielberg, accreditato come produttore esecutivo della serie grazie alla sua DreamWorks TV, è “estremamente coinvolto” in tutte le decisioni dietro le quinte, dal casting, agli script, agli effetti visivi. Per quanto riguarda i budget, poi, il giornale spiega che il pilot costerà intorno ai 14 milioni di dollari, mentre gli episodi successivi avranno un budget di 4 milioni.

Ma è Deadline a fare realmente il punto della situazione, citando fonti interne alla produzione. Ecco cosa rivela il sito:

  • Oggi inizia ufficialmente la lavorazione del pilot, con una riunione del cast e una lettura di gruppo della sceneggiatura.
  • Rene Echevarria, già produttore della serie di True Lies per la ABC, sta supervisionando l’intero pilota. Lavorerà assieme a Brannon Braga (produttore esecutivo e showrunner), dopo che questo ha concluso la collaborazione con David Fury solo qualche settimana fa.
  • Gli sceneggiatori della serie sono stati “licenziati” venerdì in vista dei quattro mesi di pausa (due mesi per le riprese del pilota e due mesi per la post-produzione). Si tratta di Michele Fazekas e Tara Butters (che tuttavia continuano a lavorare per FOX TV), Chris Brancato (che ha fatto delle consulenze), due sceneggiatori di livello inferiore (cui stava scadendo il contratto temporaneo) e un co-produttore. Gli sceneggiatori erano stati assunti quando la Fox aveva intenzione di produrre l’intera stagione di 13 episodi e trasmetterla nella midseason. Con il nuovo piano di girare il pilota, trasmetterlo a maggio e successivamente girare gli episodi rimanenti, gli sceneggiatori sarebbero rimasti per alcuni mesi a fare nulla: uno spreco di denaro che la produzione non può permettersi. Gli sceneggiatori sono stati quindi licenziati non appena terminata la sceneggiatura del pilota e la “bibbia” dell’intera prima stagione. L’intenzione è comunque quella di riassumerli tutti in aprile.
  • I rumoreggiati “sceneggiatori di alto livello” assunti per riscrivere il pilota sono in realtà solo Allan Loeb, che ha sistemato la sceneggiatura e migliorato i dialoghi. Il risultato è uno script che piace molto alla FOX e alla 20th TV.
  • Il budget del pilota, della durata di due ore, è di 14 milioni di dollari (il pilota di Lost costò 12 milioni sei anni fa), nel caso la serie venga confermata. Se la serie non andrà oltre al pilota (difficile) il costo totale salirà a 20 milioni. Gli episodi successivi costeranno sui 4 milioni a testa (esclusi gli sgravi fiscali del girare in Australia). Sembra che l’unica spesa sfuggita di mano sia stato il ritardo nell’inizio delle riprese, causato dall’eccessivo prolungarsi del casting, che è costato alla produzione intorno ai 600mila dollari.

Secondo Deadline (al contrario di quanto dice il Post), Spielberg è stato coinvolto molto poco nella produzione, mentre Peter Chernin ha seguito ogni fase dello sviluppo.

Fonte: nypost, deadline