Julian Fellowes, creatore di Downton Abbey, ha espresso le sue perplessità nei confronti della serie The Crown.
Lo sceneggiatore e produttore, intervistato da Katie Couric, ha spiegato:

“Non sono del tutto a mio agio con l’idea di drammatizzare le persone che sono ancora vive perché penso potrebbe essere ingiusto. Nella seconda stagione non credo sia stato corretto nei confronti del Principe Filippo, il Duca di Edimburgo, basandosi su davvero poche informazioni”.

Fellowes ha ammesso di essere un fan della serie, tuttavia non ha apprezzato che negli episodi si mostrassero i problemi matrimoniali esistenti tra Filippo (Matt Smith) ed Elisabetta II (Claire Foy) basandosi sui gossip. Il pluripremiato autore televisivo ha comunque lodato il lavoro compiuto dagli sceneggiatori, dagli autori e dai realizzatori della serie.
Julian ha aggiunto:

“Chi sta ancora vivendo la propria vita, facendo un buon lavoro ed è popolare e amato merita un trattamento simile? E in quel senso non sono certo che sia giusto. Credo che molto sia basato, ovviamente, su ottime ricerche, ma altri elementi no. Alcuni erano ottenuti da indiscrezioni o racconti poco imparziali. E poi sono stati presentati come fatti e non sono certo che sia giusto”.

Fellowes ha però voluto lodare il suo collega Peter Morgan:

“Penso sia il miglior autore televisivo in questo momento e ha un successo meritato”.

Che ne pensate? Ha ragione Fellowes?

Potete rimanere aggiornati su The Crown grazie alle notizie e recensioni pubblicate nella nostra scheda.

Fonte: Indiewire