Lo scetticismo che molti giocatori provano nei confronti di XDefiant è assolutamente comprensibile. Dopotutto stiamo parlando di uno sparatutto in prima persona free-to-play, un genere con diversi competitor già molto solidi sul mercato. Il fatto che il titolo sia poi sviluppato da Ubisoft, che solo due anni fa ha chiuso Hyper Scape dopo un biennio di supporto a dir poco altalenante, non fa che aggiungere ulteriore preoccupazione. Sulla carta, quindi, l’ultima fatica di Ubisoft San Francisco (Rocksmith, South Park: Scontri Di-retti) potrebbe rivelarsi un nuovo potenziale fallimento o, quantomeno, un’opera traballante già in partenza.

E invece, contro ogni previsione, XDefiant si è dimostrato un titolo solido, divertente e in grado di intrattenere per diverso tempo.

Negli scorsi giorni ci siamo tuffati all’interno dell’ultima creatura ideata da Mark Rubin e Jason Schroeder, esplorandone (e apprezzandone) ogni singola sfumatura. Se anche voi siete curiosi di scoprire perché XDefiant potrebbe essere il titolo che state cercando, ma che non sapevate di volere, allora seguiteci all’interno della nostra recensione. E ricordate che stiamo parlando di un titolo free-to-play, disponibile su PlayStation 5, Xbox Series X|S e PC a partire dallo scorso 21 maggio. Se l’idea di fondo vi convince, scaricarlo e provarlo con mano non costa realmente nulla.

XDefiant

UN CROSSOVER BRILLANTE

L’idea di fondo di XDefiant è tanto semplice, quanto brillante: prendere i vari franchise di Ubisoft e fonderli insieme in uno sparatutto in prima persona a metà tra Call of Duty e Overwatch. Prima di ogni partita, infatti, ci verrà chiesto di scegliere una delle cinque Fazioni con la quale affrontare i nostri avversari. Fazioni caratterizzate da abilità differenti, sia passive che attive.

I Purificatori provengono direttamente da The Division e sono specializzati nei danni elementali. Come tratto passivo vantano delle munizioni infuocate che fanno un danno extra, a discapito però della portata dell’arma. Le altre loro abilità, compresa una potente mossa finale, hanno tutte a che fare con il fuoco, dall’attivazione di un drone kamikaze a l’utilizzo di un devastante lanciafiamme. I Fantasmi sono personaggi di Ghost Recon e vantano una salute aumentata e diverse abilità difensive, come uno scudo antisommossa e un’arma in grado di creare barriere elettromagnetiche.

La Libertad, direttamente da Far Cry 6, è una Fazione caratterizzata da healer, in grado di curare costantemente sé stessi e gli altri giocatori. Echelon, come i fan di Tom Clancy avranno dedotto, si rifà all’universo di Splinter Cell, con eroi silenziosi in grado di colpire nell’ombra e di mostrare sulla mappa i loro avversari. Infine abbiamo i DedSec da Watch Dogs, forti dei loro strumenti tecnologici utili per bloccare gli altri giocatori e, in alcuni casi, per sottrarre le loro abilità.

XDefiant non presenta alcun elemento narrativo, per cui anche i tre personaggi appartenenti a ogni Fazione che potremo utilizzare hanno un valore meramente estetico. Ammettiamo che siamo un po’ dispiaciuti di questa scelta, dato che abbiamo trovato i vari “combattenti” molto carismatici. La nostra speranza è che, in futuro, Ubisoft decida di compensare questo elemento con un pizzico di narrative design, in modo da creare un universo ancora più coeso e dare maggiore identità ai vari avatar del giocatore.

XDefiant

FRENETICO E DIVERTENTE

Se la differenziazione dei personaggi può ricordare i vari Eroi di Overwatch, la struttura del gameplay di XDefiant è invece molto più vicina a Call of Duty. Al momento sono disponibili cinque modalità differenti, selezionabili singolarmente o in una Playlist mista che alterna costantemente le varie missioni. Scorta richiede al giocatore di condurre un carico a destinazione o di impedire agli avversari di farlo. Controllo di Zona, invece, prevede l’attacco o la difesa di alcune aree. Dominio ci spinge a conquistare tre zone d’interesse, che una volta fatte proprie forniscono punti alla squadra. Chi raggiunge il tetto di punti per primo, vince. Occupazione è simile alla precedente, ma con una singola area da conquistare che si sposta in continuazione. Fenomeno, infine, prevede la raccolta di Taglie dai nemici caduti, con lo scopo di ottenerne il più possibile.

Tutte le varie modalità di gioco, seppur derivative, risultano estremamente riuscite. Merito di 14 mappe caratterizzate da un ottimo level design e da un gunplay convincente su tutta la linea. XDefiant è un gioco frenetico, divertente e appagante. Il classico titolo in grado di far dire al giocatore “un’altra partita e poi stacco”, per poi lasciarlo con il controller in mano per un’altra ora. A mantenere alto l’interesse ci pensano tre diverse tipologie di Sfide, che vanno da quelle giornaliere a quelle legate alle varie armi o ai personaggi. Ogni Sfida superata permette di sbloccare nuove armi, nuovi avatar o di ottenere punti sul Battle Pass stagionale. Battle Pass che, comunque, offre solamente contenuti estetici, permettendo ai giocatori di vivere la propria avventura sul titolo Ubisoft senza spendere un solo euro.

Utilizzando le varie armi sarà possibile sbloccare nuove modifiche all’equipaggiamento, garantendo la formazione di build perfette per ogni tipo di utente. Al momento le combinazioni non sono ancora molte e ammettiamo che anche le varie modalità di gioco arrivano a ripetersi dopo qualche ora, ma siamo di fronte a un titolo che si espanderà a breve. Gli sviluppatori hanno infatti già annunciato l’arrivo di nuove mappe, Fazioni, armi e modalità nei prossimi mesi. XDefiant non è solo un gioco valido in questo primo mese d’uscita, ma è anche un’opera facilmente espandibile in futuro. A questo punto lasciateci sognare: a quando una Fazione dedicata ad Assassin’s Creed o a Prince of Persia?

XDefiant

SOLIDO COME IL METALLO

Da un punto di vista tecnico, XDefiant convince sia nella modellazione dei personaggi che degli ambienti, poco interagibili ma visivamente molto riusciti. Merito del motore grafico Snowdrop, che riesce a dare vita a un comparto estetico di prim’ordine, garantendo su PC un frame rate sempre stabile e mai inferiore ai 60 fotogrammi al secondo. Discreta anche la colonna sonora, in grado di valorizzare i momenti di tensione senza però risultare mai invasiva. Il doppiaggio in inglese è inoltre differente in base alla Fazione scelta, creando quindi maggiore contesto e trasmettendo un mood vicino alla saga presa come riferimento. Segnaliamo, per i non anglofoni, i sottotitoli in italiano.

Al momento XDefiant soffre di qualche problema di netcode, ma ammettiamo di essere riusciti a giocare sempre e comunque senza alcun problema. Gli sviluppatori sono comunque al lavoro per limare tutte queste sfumature, in modo da garantire un titolo stabile per tutti i giocatori.

XDEFIANT, IL COMMENTO FINALE

Come segnalato in apertura, capiamo lo scetticismo che il pubblico può provare nei confronti di XDefiant. Uno scetticismo che, inizialmente, condividevamo. Una volta provato il gioco è però innegabile il lavoro svolto da Ubisoft San Francisco (con il supporto di altri sudi sparsi per il mondo). XDefiant è un gioco che, al momento, non brilla per la quantità dei contenuti, ma sicuramente emerge per una qualità generale e a un’immediatezza superiore a quella della maggior parte dei competitor.

L’ultima fatica targata Ubisoft Original vanta un gunplay solido e un ottimo bilanciamento tra le Fazioni, incentivando il pubblico a non rimanere ancorato al proprio gruppo preferito. Siamo certi, inoltre, che ci siano tutti i presupposti per un futuro roseo. Un futuro fatto di nuovi contenuti resi disponibile gratuitamente per i giocatori di tutto il mondo. Cercavate uno sparattutto adrenalinico e divertente? Allora vi invitiamo a scaricare XDefiant e a provare con mano uno dei migliori free-to-play degli ultimi anni. 

VOTO8
Tipologia di gioco

XDefiant è uno sparatutto in prima persona a metà tra Call of Duty e Overwatch. Un titolo free-to-play dal ritmo frenetico e adrenalinico.

Come è stato giocato

Il titolo è stato giocato su PC, attraverso l’applicazione Ubisoft Connect.