Alan Rickman, da tempo malato di cancro, si è spento a Londra nella giornata di ieri. La notizia è stata diramata solamente poche ore fa, e le reazioni sono state immediate.

Dai fan di Harry Potter a Hollywood, tutti piangono oggi un attore che al mondo del teatro e del cinema ha dato tanto.

  • “Alan era mio amico, quindi tutto questo è così difficile da scrivere perché gli ho appena detto addio con un bacio. Quello che ricordo di più in questo momento tanto doloroso è il suo umorismo, la sua intelligenza, la sua saggezza e la sua gentilezza. La sua capacità di atterrarti con lo sguardo e di sollevarti con una parola. L’intransigenza che lo ha reso il grande artista che era – il suo ineffabile e cinico acume, la chiarezza con cui guardava a molte cose, inclusa me, e il fatto che non mi abbia mai nascosto nulla. Ho imparato molto da lui. Era tra i più grandi attori e registi. Davvero non vedevo l’ora di scoprire a cosa avrebbe prestato il suo volto prossimamente. Mi considero davvero privilegiata per aver lavorato con lui così tante volte e di esser stata addirittura diretta da lui. Era l’alleato più grande. Nella vita, nell’arte e nella politica. Mi fidavo ciecamente di lui. Ma Alan era, innanzitutto e soprattutto, un essere umano raro e unico, come nessun altro”. – Emma Thompson
  • Il leggendario Alan Rickman interpretava Metatron, la Voce di Dio, nel mio quarto film Dogma. Alan è stato il primo non-amico a firmare il contratto per partecipare al film, ma diventammo grandi amici in tempo record. […] Ho adorato Hans Gruber nel momento stesso in cui ho iniziato a vedere Die Hard, ma mi sono innamorato dell’animo gentile che dava vita a Gruber. Grazie per aver dato a uno scribacchino come me la tua arte e la tua credibilità, Alan. Non sei mai stato Piton per me, quanto Harry Potter: un mago genuino che riusciva a fare magie utilizzando semplici parole. – Kevin Smith
  • Ero ai Leavesden Studios oggi quando ho ricevuto la notizia. Quando sono entrato nella mensa ho pensato ad Alan in fila per il pranzo come noi mortali. Ho ripensato alla roulotte nella quale mi diede alcuni dei consigli più importanti che abbia mai ricevuto sulla professione che entrambi facciamo. Tornare in questi corridoi mi ha fatto ricordare tantissime cose, ricordi che porterò con me per tutta la vita. È stata una ispirazione per la mia carriera molto più di quanto pensassi, e mi mancherà. – Matthew Lewis (Neville Paciock)
  • Alan Rickman è stato senza dubbio uno dei più grandi attori con cui abbia mai lavorato. E inoltre una delle persone più fedeli e di supporto che abbia mai incontrato nel mondo del cinema. È stato di grande incoraggiamento sia sul set che negli anni post-Potter. Sono quasi certo che sia venuto a vedermi in qualunque spettacolo che abbia fatto a Londra e a New York. Non è stato costretto a farlo. Conosco altri amici di Alan che lo hanno conosciuto per molto più di tempo di me e sono tutti concordi nel dire: ‘Se hai bisogno Alan, non importa dove tu sia e cosa lui stia facendo: sarà da te in un batter d’occhio’. La gente si fa delle idee sugli attori in base ai personaggi che interpretano, quindi magari sorprenderà qualcuno sapere che al contrario dei personaggi (talvolta spaventosi) che ha interpretato, Alan era estremamente gentile, generoso, autoironico e spiritoso. Certe cose, poi, risultavano ancora più divertenti quando dette con la sua inconfondibile voce profonda. È stato uno dei primi attori del cast adulto di Harry Potter a trattarmi come un amico, piuttosto che come un bambino. Lavorare con lui a quell’età è stato incredibilmente importante e conserverò le lezioni che mi ha insegnato per tutto il resto della vita e della carriera. I set dei film e i palcoscenici teatrali da oggi sono più vuoti con la perdita di questo grande attore e uomo”. – Daniel Radcliffe