Sebbene non siano state prese decisioni su eventuali film di Superman in arrivo, abbiamo sempre nutrito il massimo per rispetto e goduto di ottimi rapporti con Henry Cavill, che ad oggi rimangono immutati“.

Quando la Warner Bros. ha smentito con un comunicato ufficiale di aver tagliato i ponti con Henry Cavill, il 12 settembre scorso, ha anche precisato che per il momento film di Superman non sono in sviluppo attivo.

Un grande errore, stando al regista e attore Kevin Smith:

C’è bisogno di tenere il ragazzone vivo. Si tratta del primo supereroe mai creato, “il re dei supereroi” se volete, quello che ha spianato la strada per tutti gli altri. È bello trovarsi in questo periodo splendido con la rinascita dei cinecomic, ma non si lascia il giocatore più bravo in panchina.

La soluzione secondo Smith è una:

Affidatelo a qualcuno che sappia fare un ca*zo di film su un personaggio che tutti già conoscono. Un personaggio simbolo di speranza. Torniamo indietro a guardare il Superman di Christopher Reeves e usiamolo per il DNA del prossimo. Non serve pensare a parabole cristologiche o ai incontri ravvicinati con un alieno. È semplicemente un ragazzo, ca**o. È semplice, basta fare un film su un fo**uto bravo ragazzo.

Ora come ora, ricordiamo, ad aver la priorità tra i progetti Warner/DC è il film di Supergirl (che ha già uno sceneggiatore), mentre Henry Cavill ha cominciato ad accettare altri ruoli come la serie tv Netflix su The Witcher.

Consigliati dalla redazione