Star Wars: Galaxy’s Edge è ormai a pieno regime a Disneyland, in attesa del 29 agosto quando aprirà anche al Walt Disney World Resort di Orlando.

L’arrivo di questa gigantesca e spettacolare area tematica nel parco Disney californiano ha causato un incremento del 25% per il – già costoso – biglietto d’ingresso. Fattore questo che non ha di certo frenato il pubblico in questo primo mese di attività.

MarketWatch affronta adesso un altro aspetto: le penali che i visitatori devono pagare per le prenotazioni non rispettate. Specifichiamo una cosa a scanso di equivoci: il biglietto d’ingresso consente di base l’accesso al settore starwarsiano (il prezzo dell’ammissione al parco può variare, a seconda che siano giorni con picco di affluenza e richiesta o giorni off peak). Tuttavia, alcune attività di Star Wars: Galaxy’s Edge necessitano di un accorgimento: mangiare all’Oga’s Cantina o costruire una spada laser al Savi’s Workshop sono attività che vanno prenotate. Con carta di credito.

I visitatori del Savi’s Workshop devono tassativamente presentarsi con almeno 15 minuti di anticipo: in caso di ritardo o slot non rispettato, i 199 dollari per la Lightsaber verranno comunque addebitati (ogni prenotazione concede l’ingresso di una persona e due accompagnatori). Le cancellazioni o gli scambi di orario non sono ammessi. Tom Corless, fondatore del sito di viaggi WDW News Today, lascia intendere che si tratta più di una sorta di deterrente visto che, finora, la bulding experience delle spade laser è sempre andata sold-out.

Analogamente all’Oga’s Cantina è prevista una penalità di 10 dollari a persona in caso di ritardo o di dimenticanza del check-in (una politica seguita dalla Disney in tutti i ristoranti dei suoi parchi statunitensi) e tutte le persone della tavolata devono essere fisicamente presenti nel momento del check-in (anche questa una cosa frequente nei ristoranti statunitensi). Più curiosi il limite massimo di due drink ad avventore e la permanenza di massimo 45 minuti all’interno del ristorante dal momento in cui ci si siede al tavolo.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione