Avatar: Matt Damon racconta di quando ha rifiutato il ruolo del protagonista perdendo svariati milioni di dollari

Avatar e Matt Damon.

Cos’hanno in comune? Un destino che poteva incrociarsi, come raccontato dalla stessa star in una lunga intervista con British GQ a margine della promozione stampa di Le Mans ’66.

Parlando del suo approccio al mestiere di attore e della filosofia che segue nell’accettare – o meno – una parte racconta:

C’è una storia correlata a tutto ciò. Jim Cameron mi aveva offerto Avatar. Quando mi propose la cosa mi disse “Guarda, non ho bisogno di nessuno. Non ho bisogno di un nome di richiamo. Se non accetti, troverò un attore sconosciuto e gli darò la parte perché il film non ha bisogno di te. Ma se accetti la proposta di darò il 10% di”… Quindi, parlando di soldi…

A quanto pare, gli era stato offerto il 10% dei profitti di Avatar che GQ calcola, in maniera del tutto erronea, sulla base degli incassi del film giungendo a una cifra di oltre 250 milioni di dollari (mentre in realtà è ipotizzabile un ammontare, sempre di tutto rispetto sia chiaro, compreso fra i 90 e i 100 milioni, ndr.).

Damon continua:

Raccontai questa cosa a John Krasinski mentre stavamo scrivendo Promised Land, questo film sulle trivellazioni e la frattura idraulica. Stavamo lavorando in cucina e, durante un break, gli comincio a raccontare questo aneddoto al che lui esclama un “Cosa?” si alza in piedi, comincia a camminare in cucina e a dire “OK. OK. OK. OK. OK. Se avessi fatto quel film, non sarebbe cambiato nulla nella tua vita. Niente. A eccezione del fatto che avremmo avuto questa conversazione nello spazio!”. Per cui sì. Ho lasciato sul banco di gioco una cifra enorme. Però vedi, il mio rimpianto maggiore ancora oggi è che se avessi accettato avrei creato non pochi problemi a Paul Greengrass e a tutti i miei amici nella squadra di The Bourne Ultimatum, il tutto nonostante Cameron mi avesse fatto notare nella chiacchierata “Sai, io ho fatto solo sei film”. Un particolare che non avevo realizzato. Non fa tanti film, ma si tratta di opere di grande impatto tanto che sembra che ne abbia girati di più. E così poi ho realizzato che con il mio rifiuto ho probabilmente perso per sempre la possibilità di lavorare con lui. Una roba pessima che brucia ancora oggi. Però dai, i miei figli riescono ancora a trovare un boccone a tavola, non me la passo male.

In Avatar, il ruolo di protagonista proposto a Matt Damon è poi andato, come noto, al semi sconosciuto Sam Worthington.

Avatar 2 uscirà il 17 dicembre 2021.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Ricordiamo che nel cast torneranno Sam Worthington, Zoe Saldana, Joel David Moore, Giovanni Ribisi, Stephen Lang e Sigourney Weaver. A loro si aggiungono Kate Winslet, Cliff Curtis e Oona Chaplin, CCH Pounder, Britain Dalton, Duane Evans Jr., Filip Geljo, Jamie Flatters, Bailey Bass, Trinity Bliss, e Jack Champion.

Scritti da Cameron insieme a Rick Jaffa, Amanda Silver, Josh Friedman e Shane Salerno, i sequel sono prodotti da Cameron e Jon Landau con la loro Lightstorm Entertainment e dalla 20th Century Fox.

Le riprese dei primi due sequel di Avatar sono partite il 25 settembre 2017 negli studi di Manhattan Beach in California, per poi spostarsi in Nuova Zelanda, agli Stone Street Studios di Wellington.

Il bugdget complessivo per i quattro progetti dovrebbe superare il miliardo di dollari, con una media di 250 milioni di dollari circa a film.

Consigliati dalla redazione

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.