Doctor Sleep di Mike Flanagan è nelle sale cinematografiche italiane dallo scorso 31 ottobre, ma, negli Stati Uniti, questo è il primo week-end nei cinema per il sequel di Shining.

Per questo motivo la promozione della pellicola è ancora estremamente frizzante.

La pagina ufficiale di Stanley Kubrick ospitata su Facebook ha pubblicato un interessante contributo in cui il regista di Doctor Sleep, Mike Flanagan, spiega perché sia stato molto importante per lui (oltre che fondamentale) rivisitare il capolavoro di Stanley Kubrick.

Trovate il filmato qua sotto:

 

Doctor Sleep

Director Mike Flanagan reflects on revisiting Stanley Kubrick’s The Shining, and why doing so was so important to the making of Doctor Sleep. #DoctorSleepMovie – in cinemas now.

Pubblicato da Stanley Kubrick su Giovedì 7 novembre 2019

 

Qualche giorno fa, in un intervista pubblicata su EW di cui vi abbiamo già parlato, il filmmaker ha spiegato come è riuscito a convincere Stephen King ad approvare una necessaria fusione fra i romanzi dello scrittore e il capolavoro di Kubrick (che l’autore di Bangor non ha mai amato particolarmente, anzi):

Gli ho spiegato “Senti, sono un tuo fan fin da ragazzino, sei il mio eroe, ma mentre leggevo Doctor Sleep tutte le immagini che si palesavano nella mia testa erano quelle di Kubrick”. Shining è letteralmente onnipresente, si è impresso a fuoco nell’immaginario collettivo delle persone che amano il cinema in una maniera che pochissime pellicole possono vantare. Non c’è un altro modo di raccontare questa storia. Se qualcuno mi dice “Overlook Hotel” vedo qualcosa. Qualcosa che alberga nella mia testa per via di Stanley Kubrick e non posso fare finta di niente. Era riluttante e per questo gli ho detto “Lascia che ti spieghi come mi voglio approcciare alla storia”. E gli ho descritto una scena all’interno dell’Overlook puntualizzando “Cercherò di essere il più fedele possibile al resto della storia, ma l’epilogo, al posto di svolgersi sul terreno che ospitava l’Overlook, sarà ambientato nei suoi spazi”. Ci ha pensato un po’ su e poi mi ha ricontattato per dirmi “Ok, vai avanti”.

Stephen King’s Doctor Sleep, il regista Mike Flanagan incontra lo scrittore di Shining in una featurette

Questa la sinossi:

Ancora irrimediabilmente segnato dal trauma che ha vissuto da bambino all’Overlook, Dan Torrance ha combattuto per trovare una parvenza di pace. Ma questa tregua va in frantumi quando incontra Abra, un’adolescente coraggiosa con un potente dono extrasensoriale, noto come la “luccicanza”. Riconoscendo istintivamente che Dan condivide il suo potere, Abra lo contatta, invocando disperatamente il suo aiuto contro la spietata Rose the Hat e i suoi seguaci, i membri del ‘True Knot’, che si nutrono della Luccicanza degli innocenti alla ricerca della loro immortalità. Formando un’improbabile alleanza, Dan e Abra si impegnano in una brutale lotta tra la vita e la morte contro Rose the Hat. L’innocenza di Abra e l’intrepida consapevolezza della sua Luccicanza costringono Dan a invocare i suoi stessi poteri come mai prima d’ora – affrontando immediatamente le sue paure e risvegliando i suoi fantasmi del passato.

“Doctor Sleep” è interpretato da Ewan McGregor nel ruolo di Dan Torrance, da Rebecca Ferguson In quello di Rose the Hat, e da Kyliegh Curran, al suo debutto in un lungometraggio, nel ruolo di Abra. Il cast principale include anche Carl Lumbly, Zahn McClarnon, Emily Alyn Lind, Bruce Greenwood, Jocelin Donahue, Alex Essoe e Cliff Curtis.

Trevor Macy e Jon Berg sono i produttori del film, mentre Roy Lee, Scott Lumpkin, Akiva Goldsman e Kevin McCormick ne sono i produttori esecutivi.

Il team creativo di Flanagan che ha lavorato dietro le quinte è composto dal direttore della fotografia Michael Fimognari (“The Haunting of Hill House”), dagli scenografi Maher Ahmad (“Duri si diventa”) ed Elizabeth Boller (“Terrore del silenzio”), e dalla costumista Terry Anderson (“Nella tana dei lupi”). La colonna sonora è opera dei The Newton Brothers (“The Haunting of Hill House”).