In Star Wars: Il Risveglio della Forza e in Gli Ultimi Jedi, Rey dimostra di avere poteri straordinari. Rolling Stones ne ha parlato con J.J. Abrams secondo cui il tutto potrebbe non essere affatto fortuito.

Il regista non si è sbilanciato ma ha lasciato intendere che nell’ultimo capitolo della saga di Skywalker ci sarà molto da scoprire.

Nell’intervista leggiamo quanto segue:

La gente sostiene che il personaggio di Rey sembri naturalmente dotato, anche troppo per un Jedi visto che impara più in fretta, ad esempio, di Luke Skywalker. 

Sì, intrigante, vero? [Ride] È un’osservazione giusta. E non è un caso.

Le parole di Abrams arrivano a pochi giorni dalle dichiarazioni di Daisy Ridley sul passato di Rey e sul tema della parentela della ragazza. L’attrice ha detto la sua in proposito spiegando che la “questione dei genitori è rimasta in sospeso sia per lei che per il pubblico“, sottolineandone il carattere poco soddisfacente.

Ha poi aggiunto, riferendosi alla spiegazione datale da Kylo Ren:

Non è che non gli crede, ma sente che c’è altro da scoprire su quella storia. E deve capire cos’è successo in passato per capire cosa fare in futuro.

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker di J.J. Abrams sarà al cinema il 18 dicembre 2019.

Nel cast torneranno Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast saranno Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Cosa ne pensate? Come al solito potete dire la vostra nello spazio dei commenti in calce all’articolo!

Consigliati dalla redazione