Come noto, Colin Trevorrow doveva scrivere e dirigere Star Wars: L’Ascesa di Skywalker prima di essere rimpiazzato da JJ Abrams, e ora in un’intervista su Empire spiega che il film finale conterrà ancora alcune delle sue idee originali, e per questo sarà incluso nei crediti finali come autore della storia insieme a Derek Connolly:

Non sono sicuro che chi sceglie la vita da creativo debba aspettarsi per forza qualcosa. Quindi sono grato a JJ Abrams per aver apprezzato alcune delle nostre idee. È entusiasmante sapere che i fan vedranno i momenti che a noi sembravano essenziali.

Ma c’è una cosa che Trevorrow non aveva pensato di inserire nella sua versione del film, e cioè Palpatine:

Riportare l’Imperatore è stata un’idea portata avanti da JJ una volta entrato in cabina di regia. Onestamente è una cosa che non avevo mai preso in considerazione. Lascio quindi a lui il merito. È stata una storia difficile da “sbloccare”, ed è stato lui a trovare la chiave.

C’è molta curiosità sui piani che aveva Colin Trevorrow per Star Wars, ma per lui non è il momento di parlarne:

Non è una cosa che intendo fare, specialmente ora. So quanto questo team ha lavorato duramente negli ultimi due anni, molti di loro stanno lavorando con noi a Jurassic World 3. Voglio sostenerli, sono loro che stanno portando in sala questo film. E alla fine, sono molto fiero di avere il mio nome nei titoli di coda.

Trevorrow invece aveva chiesto a Rian Johnson di includere una scena in Gli Ultimi Jedi:

Ho semplicemente chiesto a Rian se poteva inserire un breve momento in cui Rey e Poe si sarebbero incontrati per la prima volta. Sono due personaggi amatissimi, mi sembrava giusto per loro avere un “passato insieme” da riprendere nel film successivo. Il modo in cui l’ha fatto, a mio avviso, è perfetto.

Nel 2017, Johnson aveva rivelato di aver chiesto una cosa simile ad Abrams per Il Risveglio della Forza:
Gli chiesi se R2-D2 poteva andare via con Rey, e se BB-8 poteva rimanere indietro con la Resistenza. Originariamente doveva essere BB-8 a stare con Rey, il che avrebbe avuto senso.
Ricordiamo che l’inclusione nei crediti implica il ricevere residui dai ricavi di Star Wars: l’Ascesa di Skywalker, che Colin Trevorrow ha scelto di devolvere direttamente all’Alexander Devine Children’s Hospice nel Berkshire.

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker di J.J. Abrams sarà al cinema il 18 dicembre 2019.

Nel cast torneranno Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast saranno Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Cosa ne pensate? Come al solito potete dire la vostra nello spazio dei commenti in calce all’articolo!

Consigliati dalla redazione