Il regista di Joker, Todd Phillips, continua a minare le certezze del pubblico dopo settimane e settimane di ambigue dichiarazioni focalizzate tanto sull’identità di Arthur Fleck (è o non è il vero Joker?) quanto sul sequel dato per certo da più parti e di cui però il filmmaker non vuole parlare prima che la stagione dei premi sia terminata.

E tornando alla discussa questione del “abbiamo visto Arthur diventare Joker o abbiamo visto un pazzo che ha poi ispirato il Clown Principe del Crimine di Gotham?” CB.com segnala le parole di Todd Phillips affidate alla featurette home video “Joker: Vision & Fury” contenuta nel Blu-ray e nel 4h UHD che in Italia potremo acquistare dal 6 febbraio 2020.

Parole che lasciano ancora spazio a qualsiasi lettura:

Ci sono molti modi per approcciarsi e leggere il film. Potrebbe non essere Joker. Questa è solo una versione delle origini di un Joker. È solo la versione che questo tizio sta raccontando nella stanza di un ospedale psichiatrico. E non so se sia un narratore  particolarmente attendibile, che ne dici?

Su Joker di Todd Phillips leggi anche:

La sinossi ufficiale:

“Joker” del regista Todd Phillips è incentrato sulla figura dell’iconico cattivo, ed è un film autonomo originale, diverso da qualsiasi altro film apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck, interpretato in modo indimenticabile da Joaquin Phoenix, è quella di un uomo che lotta per trovare la sua strada in una società fratturata come Gotham. Durante il giorno lavora come pagliaccio, di notte si sforza di essere un comico di cabaret… ma scopre che lo zimbello sembra essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia e crudeltà, Arthur prenderà una decisione sbagliata che provocherà una reazione a catena di eventi, utili alla cruda analisi di questo personaggio.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!