Sul set di Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn non c’era davvero una iena. La “rivelazione” arriva da Margot Robbie, che in questi giorni è impegnata nella promozione della pellicola.

Nei fumetti Harley ha due iene. Noi ne abbiamo inserita solo una, e già quella era troppo costosa” ha raccontato durante un’intervista con Comicbook. “All’inizio pensammo che fosse un’idea fantastica, poi nel corso della pre-produzione ci siamo chieste: ‘Dunque, come risolviamo la questione delle iene?’. È stato molto difficile“.

Ha poi aggiunto:

Abbiamo considerato l’impiego di una vera iena, ce n’è una in California che è già apparsa al cinema in passato, ma sarebbe stato impossibile portarla sul set perché sono estremamente pericolose e molto possessive. Se le metti su un divano se lo mangiano e addio divano. Alla fine abbiamo usato un cane bello grosso che è stato sostituito in digitale con una iena. L’alternativa sarebbe stato avere un tizio coperto di verde, che spesso risulta imbarazzante. Ho già dovuto farci i conti quando ho girato Tarzan, ricordo che Alexander Skarsgård strofinava il muso a questo tizio corpulento di Londra sud. È stato molto bizzarro.

L’attrice ha poi parlato della cronologia, lasciando intendere che tra gli eventi di Suicide Squad e Birds of Prey sono trascorsi circa due anni:

È interessante perché continuiamo a incontrarla in momenti diversa della sua vita, come se fossero passati un paio d’anni. Naturalmente i film non sono direttamente collegati, ma da attrice mi piace avere una cronologia chiara in mente. È bello immaginare: “Bene, cosa provava un paio d’anni fa quando stava con Mister J?” e “Cosa prova ora, dopo la separazione? Cosa farà tra un altro paio d’anni?”. Mi piace vederla in fasi diverse della sua vita.

Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) sarà al cinema il 6 febbraio 2020.

Qui di seguito la sinossi ufficiale:

Avete mai sentito la storia della poliziotta, dell’uccello canterino, della psicopatica e della principessa mafiosa? Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) è una storia contorta raccontata dalla stessa Harley, come solo lei sa fare. Quando il malvagio narcisista di Gotham, Roman Sionis, e il suo zelante braccio destro, Zsasz, prendono di mira la piccola Cass, la città viene messa sotto sopra per trovarla. Le strade di Harley, Cacciatrice, Black Canary e Renee Montoya si incrociano, e l’improbabile quartetto non ha altra scelta che allearsi per sconfiggere Roman.

I protagonisti oltre a Harley Quinn (Margot Robbie), sono Black Canary (Jurnee Smollett-Bell), Cacciatrice (Mary Elizabeth Winstead), l’investigatrice Renee Montoya (Rosie Perez), Batgirl/Cassandra Cain (Ella Jay Basco), Maschera Nera (Ewan McGregor) e Victor Zsasz (Chris Messina).

Alla regia Cathy Yan, prima regista asio-americana a dirigere un cinecomic.

Che ne pensate? Ditecelo nei commenti o sul forum!