Come da tradizione, a 24 ore dagli Oscar sono stati annunciati i vincitori dei 35esimi Independent Spirit Awards, organizzati dalla Film Independent (associazione nonprofit a sostegno delle arti composta da 6.200 membri) per premiare il cinema indipendente americano (sotto i 22.5 milioni di dollari di budget).

Storia di un matrimonio di Noah Baumbach è stato selezionato per il Robert Altman Award: il riconoscimento va al regista, al direttore del casting e al cast, il che ha impedito agli attori di ottenere altre nomination.

Anche quest’anno Aubrey Plaza ha condotto la cerimonia, che si è svolta nel pomeriggio sulla spiaggia a Santa Monica, esordiendo con un esilarante monologo nel quale ha affermato che “siamo molto più fichi di quegli altri premi [gli Oscar, ndr]: è giorno, siamo sulla spiaggia e diamo riconoscimenti alle registe donne!”

 

 

Durante lo show è andata in onda anche un’esilarante parodia di The Lighthouse, con Aubrey Plaza e Michael Shannon che discutono dell’andamento dei premi, e una parodia di Judy con Aubrey Plaza nei panni di Judy Garland:

 

 

Vi ricordiamo che un anno fa Se la strada potesse parlare vinse il premio più importante, che l’anno prima invece andò a Scappa – Get Out. I quattro anni precedenti i vincitori dello Spirit come miglior film ottennero anche il rispettivo Oscar, mentre anche quest’anno sarà impossibile.

A vincere il premio come miglior film è stato infatti The Farewell – Una Bugia Buona, non nominato all’Oscar. Il film di Lulu Wang ha vinto anche come migliore attrice non protagonista (Zhao Shuzhen). Ma è stata la serata anche di Diamanti Grezzi, premiato con la miglior regia, migliore attore (Adam Sandler) e miglior montaggio. The Lighthouse ha ottenuto il premio per il migliore attore non protagonista (Willem Dafoe) e la migliore fotografia.

Storia di un matrimonio, vincitore del premio speciale Robert Altman (a causa del quale non sono stati nominati gli attori del film) e di quello per la miglior sceneggiatura. Miglior primo film a Booksmart – La rivincita delle sfigate, mentre miglior film straniero ovviamente a Parasite.

Tutti i vincitori:

MIGLIOR FILM

  • A Hidden Life
  • Clemency
  • The Farewell – Una bugia buona
  • Storia di un matrimonio
  • Diamanti Grezzi

MIGLIOR PRIMO FILM

  • Booksmart – La rivincita delle sfigate
  • The Climb
  • Diane
  • The Last Black Man in San Francicso
  • The Mustang
  • See You Yesterday

MIGLIOR REGISTA

  • Robert Eggers, The Lighthouse
  • Alma Har’el, Honey Boy
  • Julius Onah, Luce
  • Benny Safdie, Josh Safdie, Diamanti Grezzi
  • Lorene Scafaria, Hustlers

MIGLIORE ATTRICE

  • Karen Allen, Colewell
  • Hong Chau, Driveways
  • Elisabeth Moss, Her Smell
  • Mary Kay Place, Diane
  • Alfre Woodard, Clemency
  • Renee Zellwegger, Judy

MIGLIOR ATTORE

  • Chris Galust, Give Me Liberty
  • Kelvin Harrison Jr, Luce
  • Robert Pattinson, The Lighthouse
  • Adam Sandler, Diamanti Grezzi
  • Matthias Schoenaerts, The Mustang

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

  • Jennifer Lopez, Hustlers – Le ragazze di Wall Street
  • Taylor Russell, Waves
  • Zhao Shuzhen, The Farewell – Una Bugia Buona
  • Lauren “Lolo” Spencer, Give Me Liberty
  • Octavia Spencer, Luce

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

  • Willem Dafoe, The Lighthouse
  • Noah Jupe, Honey Boy
  • Shaif LaBeouf, Honey Boy
  • Jonathan Majors, The Last Black Man in San Francisco
  • Wendell Pierce, Burning Cane

MIGLIOR SCENEGGIATURA

  • Marriage Story
  • To Dust
  • Diamanti Grezzi
  • Clemency
  • High Flying Bird

MIGLIOR PRIMA SCENEGGIATURA

  • See You Yesterday
  • Driveways
  • Blow the Man Down
  • Greener Grass
  • The Vast of Night

MIGLIOR FOTOGRAFIA

  • Hustlers – Le ragazze di Wall Street
  • The Lighthouse
  • Honey Boy
  • The Third Wife
  • Midsommar

MIGLIOR MONTAGGIO

  • The Third Wife
  • Uncut Gems
  • Sword of Trust
  • The Lighthouse
  • Give Me Liberty

JOHN CASSAVETES AWARD

  • Burning Cane
  • Colewell
  • Give Me Liberty
  • Premature
  • Wild Nights with Emily

ROBERT ALTMAN AWARD

  • Storia di un matrimonio

MIGLIOR DOCUMENTARIO

  • American Factory
  • Apollo 11
  • For Sama
  • Honeyland
  • Island of the Hungry Ghosts

MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE

  • Invisible Life
  • Les Miserables
  • Parasite
  • Ritratto della giovane in fiamme
  • Retablo
  • The Souvenir

PIAGET PRODUCERS AWARD

  • Mollye Asher
  • Krista Parris
  • Ryan Zacarias

SOMEONE TO WATCH AWARD 

  • Rashaad Ernesto Green, Premature
  • Ash Mayfair, The Third Wife
  • Joe Talbot, The Last Black Man in San Francisco

TRUER THAN FICTION AWARD

  • Khalik Allah, Black Mother
  • Davy Rothbart, 17 Blocks
  • Nadia Shihab, Jaddoland
  • Erick Stoll & Chase Whiteside, America

ANNUAL BONNIE AWARD

  • Marielle Heller
  • Kelly Reichhardt
  • LuLu Wang