Il romanzo di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è stato al centro di svariate notizie riguardanti le spiegazioni date ad alcuni passaggi della pellicola di JJ Abrams.

Principalmente, si trattava di dettagli focalizzati sul ritorno in scena dell’Imperatore Palpatine, come abbiamo avuto modo di spiegarvi qua e qua. Poi sempre dall’opera di Rae Carson, il mondo ha scoperto che anche il padre di Rey era un clone, non propriamente riuscito, di Palpatine.

Ora tocca a un’altra questione che ha fatto alzare qualche sopracciglio al pubblico del nono Star Wars. Quella dell’X-Wing di Luke Skywalker.

Nel film Rey torna al pianeta di Ahch-To dopo il suo duello con Kylo Ren su Kef Bir decisa a vivere in isolamento il resto dei suoi giorni. Poi un’apparizione del suo vecchio Maestro la incoraggia a completare la sua missione. Cosa che poi fa, anche se, per andare via dal pianeta, non può usare il TIE Fighter di Kylo Ren non cui era arrivata sul pianeta. Perché lo aveva distrutto. Prende quello di Luke che lo stesso maestro Jedi fa emergere dalle acque in cui era adagiato, una strizzatina d’occhio evidentissima a quanto avveniva ne L’Impero Colpisce Ancora durante l’allenamento del giovane Skywalker su Dagobah. Il problema? Nell’art-book di Gli Ultimi Jedi veniva spiegato che il maestro Jedi lo aveva distrutto.

A mettere la proverbiale pezza sullo strappo, ci pensa nuovamente il romanzo del nono Guerre Stellari. Nel momento in cui Rey si avvicina a Exegol viene spiegato:

Era una vecchia tecnologia e ci sono voluti rapidità di pensiero e dita anche più rapide per farlo volare in maniera appropriata. L’ala rattoppata con la porta della capanna di Luke, i pannelli degli scudi presi dai rottami del TIE e un adeguato quantitativo di nuovi cavi. Potrebbe non essere più in grado di combattere, per lo meno non senza l’aiuto di Rose e delle parti in arrivo grazie ai suoi canali.

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, il padre di Rey era un clone mal riuscito di Palpatine e le nuove rivelazioni dal romanzo

Su Star Wars leggi anche:

Il film di J.J. Abrams è arrivato al cinema il 18 dicembre 2019.

Nel cast tornano Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o.

Nuovi membri del cast sono Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Potete commentare qui sotto o sul forum!