Phil Lord ha risposto in maniera molto criptica al tweet di un giornalista di Polygon relativo al discorso di John Boyega per il movimento Black Lives Matter e all’occasione mancata con la nuova trilogia di Star Wars in merito al personaggio di Finn.

John Boyega sta facendo quello che Star Wars non è riuscito a fare” ha scritto Robert Daniels. “Per il mio debutto su Polygon, spiego come Star Wars avrebbe potuto trasporre la tradizione della resistenza nera per rendere Finn un eroe di tipo diverso“.

Lord, che aveva diretto una consistente porzione del film con Chris Miller prima di essere licenziato dalla Lucasfilm, ha risposto in maniera laconica: “Alcuni ci hanno provato“.

Possibile che il regista si riferisse ai piani iniziali relativi al personaggio di Lando interpretato da Donald Glover?

 

 

Restando in tema “occasioni sprecate”, anche Colin Trevorrow ha risposto con dispiacere sul fatto di non esser riuscito a lavorare con John Boyega (visto che avrebbe dovuto dirigere Star Wars: Duel of the Fates).

 

 

Solo: A Star Wars Story è uscito il 25 maggio 2018 negli USA e il 23 maggio in Italia.

Ecco la sinossi ufficiale:

Salite a bordo del Millennium Falcon e mettetevi in viaggio verso una galassia lontana lontana in Solo: A Star Wars Story, una nuova avventura con la più celebre delle canaglie spaziali. In mezzo a rocambolesche fughe nei meandri di un oscuro e pericoloso mondo criminale, Han Solo incontra il suo fedele co-pilota Chewbacca e il giocatore d’azzardo Lando Calrissian, in un viaggio che segnerà il destino di alcuni degli eroi più improbabili della saga di Star Wars.

La pellicola è incentrata su un giovane Han ed è ambientata molto prima degli eventi di Una Nuova Speranza.

Solo: A Star Wars Story vanta nel cast Alden Ehrenreich nei panni dell’erede di Harrison Ford, Woody Harrelson, Emilia Clarke, Donald Glover nelle vesti di Lando Calrissian, Thandie Newton, Phoebe Waller-Bridge e Joonas Suotamo nel ruolo di Chewbacca.