Ieri vi abbiamo riportato le parole di Ray Fisher, il Cyborg dell’Universo cinematografico DC, che aveva deciso di ritrattare quanto detto a proposito di Joss Whedon al Comic-Con di San Diego del 2017.

All’epoca, ricordiamo, quando un fan gli chiese del coinvolgimento del regista di Avengers e Avengers: Age of Ultron per le riprese aggiuntive di Justice League dopo l’addio di Zack Snyder, l’attore aveva dichiarato in maniera diplomatica quanto segue:

Joss è fantastico, Zack ha scelto una persona in gamba per intervenire e finire quello che lui ha cominciato.

L’attore ha cambiato atteggiamento, perché dopo aver pubblicamente ritrattato le sue parole, oggi ha deciso di accusare direttamente il comportamento di Whedon sul set:

 

 

Il trattamento che Joss Whedon ha riservato sul set al cast e alla troupe di Justice League è stato schifoso, offensivo, non professionale e completamente inaccettabile. Gli è stato permesso, per molti versi, da Geoff Johns e da Jon Berg.

Responsabilità > Intrattenimento

Insomma, l’attore si è scagliato non solo contro Joss Whedon, ma anche con Geoff Johns e Jon Berg, allora direttori creativi della DC Films.

Attendiamo, a questo punto, di scoprire gli sviluppi.

 

ray fisher justice league

Ricordiamo che l’attore avrà un ruolo centrale nella Snyder Cut di Justice League, in arrivo nel 2021 su HBO Max.

Justice League, la Snyder Cut

Vi ricordiamo che il film arriverà sulla piattaforma streaming nel 2021 perché intanto Snyder terminerà la post-produzione che non aveva avuto le risorse per completare, impiegando un budget superiore ai 30 milioni di dollari. Al momento non è stato ancora ufficializzato se si tratterà di un film di 4 ore o di una mini serie in sei partiQui trovate tutti i dettagli.

Cosa ne pensate delle parole di Ray Fisher rivolte a Joss Whedon? Ditecelo nei commenti!