Lo scorso autunno abbiamo assistito a due notevoli tonfi in materia di legacyquel, Doctor Sleep, il sequel di Shining diretto da Mike Flanagan e Terminator: Destino Oscuro, la pellicola di Tim Miller prodotta da James Cameron che non è riuscita ad apportare nuova linfa alla saga nata nel 1984.

Il fallimento commerciale di Doctor Sleep, come vi abbiamo spiegato in un approfondimento, è stato una doccia talmente gelata per la Warner Bros che avrebbe ucciso il suo prequel mentre si trovava ancora nella culla.

Il Presidente dei Warner Bros. Studio Toby Emmerich aveva già stipulato un accordo con Mike Flanagan e la sua Intrepid Pictures per uno spin-off tutto dedicato ad Hallorann, il cuoco dell’Overlook Hotel che abbiamo conosciuto in Shining. Quello di Dick Hallorann è un personaggio molto importante nelle opere di Stephen King che abbiamo visto interpretato da Scatman Crothers nell’immortale capolavoro di Stanley Kubrick e da Carl Lumbly nel lungometraggio di Mike Flanagan. La sua storia si intreccia pure con i fatti raccontati in IT: insieme al padre di Mike Hanlon riuscì a salvare le vite di svariati afroamericani durante il ben noto incendio del The Black Spot e, in aggiunta a ciò, è uno dei pochi adulti sani di mente a “vedere” IT. C’è un’altra questione di non poco conto: Halloran, nel film di Stanley Kubrick, viene ucciso da Jack Torrance, mentre nel romanzo no, tanto che rimane vicino ai Torrance superstiti fino al giorno della sua morte (nella versione filmica di Doctor Sleep la questione è stata aggirata con la luccicanza).

Intervenendo nel podcast di CinemaBlend, il filmmaker ha però ammesso di non aver del tutto accantonato l’idea del prequel, fondamentalmente perché l’edizione home video di Doctor Sleep, specie la Director’s Cut, ha avuto un buon riscontro e perché l’avvento di HBO Max, la piattaforma streaming di WarnerMedia dove sono presenti entrambe le versioni del film, potrebbe fornire “spazio di manovra” all’ampliamento della mitologia.

Molti piani, buona parte dell’entusiasmo che avevamo per Hallorann,e per tutta un’altra serie di cose, hanno ricevuto una brusca battuta d’arresto, comprensibilmente fra l’altro, dopo l’uscita di Doctor Sleep. Ma stiamo imparando molto circa il cambio di paradigma fra distribuzione theatrical e streaming che tutti avevano previsto nell’industria. Buona parte della gente credeva di avere altri cinque anni per aggiustare i cambiamenti del tipico modello degli studi hollywoodiani. Ma per me è già avvenuto. E penso proprio che un sacco di gente alla Warner direbbe la stessa cosa oggi. Un film che, cinque anni fa, sarebbe potuto andare bene al cinema non lo farebbe oggi e lo streaming ha stravolto tutto. Ergo, mano a mano che la gente continuerà a vedere il film su HBO Max garantendo delle buone performance, si potrebbero aprire delle nuove strade da percorrere. E Hallorann è un percorso che affronterei con energia. L’idea era quella di iniziare il film con Carl Lumbly e poi trovare delle maniere per scavare nel suo passato e arrivare a una nuova storia che, inevitabilmente e analogamente a Doctor Sleep, ci avrebbe riportato a un hotel molto familiare. Ma non so di preciso dove sarei andato a parare. È un’idea che amo e per cui eravamo tutti estremamente emozionati. E spero davvero che possa avere una nuova vita da qualche parte.

I più attenti e le più attente di voi ricorderanno però che, diversi anni fa, la storia di Shining sarebbe dovuta proseguire al cinema con un prequel su ciò che accadde nell’Overlook Hotel prima dell’arrivo di Jack Torrance e della sua famiglia e ispirato a un prologo del romanzo di Stephen King intitolato “Before the Play” e mai inserito nella versione pubblicata. Si tratta di una lunga storia dai toni decisamente dark dietro all’Overlook Hotel, che inizia nel momento in cui l’Hotel venne costruito su un cimitero indiano e prosegue con l’assassinio della famiglia del custode Delbert Grady per sua mano, con un’ascia, prima dell’arrivo di Jack.

Durante la promozione stampa di Tales From the Loop, serie TV prodotta da Amazon, il regista Mark Romanek, che avrebbe dovuto dirigere il prequel di Shining, ha parlato di questo lungometraggio mai girato. Trovate tutti i dettagli in questo nostro articolo.

Tornando a Mike Flanagan, il regista, dopo Il Gioco di Gerald, adattamento prodotto da Netflix dell’omonimo romanzo, e Doctor Sleep della Warner Bros, tornerà a lavorare sui mondi letterari di Stephen King con Revival, film che produrrà insieme a Trevor Macy e che potrebbe anche finire per dirigere.