Si è appena concluso uno dei weekend più fiacchi degli ultimi anni al botteghino italiano (e praticamente un record se si parla di giugno): solo 1.9 i milioni raccolti al cinema, con un calo di oltre il 20% rispetto al weekend precedente, già debole di suo. Di questo passo l'idea è che ai primi di agosto le sale saranno letteralmente vuote.

Il poster del DittatoreAl primo posto apre Il Dittatore: il film della Universal incassa 658mila euro: il numero moderato di sale in cui è stato distribuito, poco più di 320, permette al film di ottenere una media sopra i 2mila euro. Sarà interessante seguire la sua performance nei prossimi giorni.

Seconda posizione, distanziatissimo, per Men in Black 3: altri 184mila euro per la commedia sci-fi in 3D, che arriva a 5.6 milioni complessivi. Al terzo posto, Project X incassa altri 155mila euro e perde un notevole 62%, per un totale ancora sotto il milione. Quarta posizione per La Bella e la Bestia 3D: in questo caso forse le sale in cui è uscito il cartoon Disney erano un po' troppe (più di 200), considerata la media di soli 650 euro, ma il vero problema è che nel weekend appena conclusosi molte famiglie avranno scelto il mare piuttosto che il cinema. Ecco quindi che i dati feriali potrebbero svelare qualche sorpresa. Stesso dicasi per Lorax, che incassa 118mila euro al sesto posto per un totale di 1.4 milioni.

Sesta posizione per Paura 3D dei Manetti Bros.: solo 82mila euro per la pellicola, che ottiene una media di poco superiore ai 400 euro nelle oltre 200 sale in cui è uscito (davvero troppe). Chiudono la classifica Marilyn (70mila euro), Dark Shadows (64mila euro), Benvenuto a Bordo (solo 60mila euro) e il veneziano Le Paludi della Morte (solo 51mila euro).

Da notare invece l'ottima media per sala di C'era una volta in Anatolia, dodicesimo con 37mila euro e un'ottima media di 2.800 euro per sala. Distribuito in sole 31 sale, 21 Jump Street ha incassato invece 18mila euro (18esima posizione).