In una recente intervista con Andy Cohen, Liam Neeson ha difeso Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma ammettendo di essere orgoglioso del film:

Ne vado molto fiero, ho potuto interpretare un Jedi e usare quelle splendide spade laser, è stato bellissimo. Il film mi è piaciuto.

Ha poi colto l’occasione per difendere l’interprete di Jar Jar Binks, Ahmed Best, da tutte le critiche ricevute:

Hanno davvero rovinato la sua carriera. E devo dire che durante la realizzazione di quel film era probabilmente una delle persone più divertenti e di maggiore talento con cui avessi lavorato. Ricordo di aver detto al mio vecchio agente della ICM: “Credo di aver appena lavorato con il nuovo Eddie Murphy”. E lo credo ancora. Ci faceva morire dal ridere, George Lucas incluso. Il film mi piacque molto.

 

 

Di recente Ahmed Best è apparso più positivo nei confronti del personaggio e del franchise, dopo un lungo periodo controverso di critiche e polemiche agguerrite che lo avevano spinto addirittura al punto di pensare al suicidio.

È buffo perché, George mi disse una cosa anni fa: i bambini che amano Jar Jar un giorno saranno adulti e continueranno ad amarlo. E aveva ragione… parlo spesso con gente che mi dice: ‘Jar Jar è stato la mia infanzia’ ed è bellissimo. Uno dei motivi per cui ho deciso di fare Jedi Temple Challenge sono proprio quei bambini che mi hanno sollevato il morale. Ora sono adulti e hanno figli a loro volta, perciò voglio continuare a dedicarmi a loro.

L’attore ha così commentato la “dichiarazione d’amore” di Neeson:

 

 

Cosa ne pensate delle parole di Liam Neeson su Star Wars?