Nel caso ci fossero dubbi, Yoda aveva effettivamente riconosciuto R2-D2 su Daagobah in Star Wars: L’impero colpisce ancora.

La conferma arriva dal nuovo libro antologico che celebra Star Wars: Episodio V in occasione dei suoi 40 anni intitolato From a Certain Point of View: The Empire Strikes Back. Proprio come quello dedicato a Una nuova speranza, il libro rivista gli eventi dei film raccontandoli da un altro punto di vista. L’approdo di Luke su Dagobah, ad esempio, è raccontato dal punto di vista di Yoda.

Visto che il Maestro e il droide si erano già incontrati in passato come stabilito dal materiale canonico legato a Guerre stellari, il libro conferma che quello su Daagobah non era il loro primo incontro, ponendo fine a una presunta incongruenza:

Muovendosi con cautela nella palude restando al di sotto della nebbia, Yoda presto si accorse del ragazzo e del suo droide che disfacevano le provviste. Sebbene il droide fosse incrostato di alghe, fango e liquido gastrico, il suo aspetto e i suoi suoni familiari erano ancora riconoscibili.

R2-D2.

Era ovvio che il ragazzo fosse in compagnia del vecchio droide di Anakin. Tali cicli del fato non sorprendevano più il Jedi di novecento anni.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Fonte