La sceneggiatura completa di Joker scritta da Todd Phillips e Scott Silver, messa a disposizione dalla Warner Bros per la campagna Oscar del film, contiene quelli che potremmo definire dei chiarimenti definitivi su alcuni degli aspetti più dibattuti del film come i collegamenti con altri film DC e il destino di Sophie.

In particolare, l’introduzione stabilisce ufficialmente quand’è ambientata la storia, e la slega completamente da qualsiasi altro adattamento cinematografico dei fumetti DC Comics:

Questa storia è ambientata in un universo a se stante. Non ha alcun collegamento con i film DC che l’hanno preceduta. La consideriamo un classico film della Warner Bros. Realistico, intimo e stranamente divertente. I personaggi abitano nel mondo reale e la posta in gioco è personale. Sebbene non venga mai menzionato nel film, questa storia è ambientata nel passato. Diciamo nel 1981. È un momento difficile. La criminalità a Gotham è a livelli record. Uno sciopero della nettezza urbana ha messo in ginocchio la città nelle ultime settimane. E il divario tra chi ha e chi non ha è evidente. I sogni diventano irraggiungibili, scivolano nell’illusione.

Nel film uscito al cinema non sappiamo che fine faccia Sophie (Zazie Beetz), sebbene il regista abbia già spiegato che Arthur (Joaquin Phoenix) non la uccide. Ma nella sceneggiatura è chiaro che la ragazza è uscita indenne dal suo ultimo incontro con l’uomo:

Dalla cucina nell’appartamento di Penny, Arthur scrive una nota sgrammaticata: “…sarò da Murray Franklin Stasera. Per fervore, guardalo!” Arthur infila la nota in una busta per “Sofi”. Nell’ingresso, lo seguiamo mentre va verso l’appartamento di Sophie, i suoi capelli verdi ora sono anche lucidi.

Infila la busta sotto la porta di Sophie, poi tira fuori qualcosa dalla sua tasca (non vediamo cos’è perché il suo corpo ostruisce la vista) e la mette a terra davanti alla porta, poi se ne va. Mentre si allontana, vediamo cosa ha lasciato: la sua bacchetta magica fiorita davanti alla porta di Sophie.

Poco più avanti, nella sceneggiatura c’è una scena in cui Sophie vede la terrificante scena di Arthur che spara a Franklin in diretta sul televisore:

Sophie urla e salta in piedi terrorizzata! GiGi si sveglia e inizia a piangere non appena vede cosa c’è in televisione – inquadriamo la tv, Joker si alza e cammina verso la cinepresa: il sangue colora il suo volto truccato. Sentiamo ancora il pubblico in sala che urla, il caos lo circonda.

Cosa ne pensate? Potete dircelo nei commenti o sul forum!