Matrix Resurrections: il primo trailer nel dettaglio tra misteri e domande

Matrix Resurrections
di Lana Wachowski
1 gennaio 2021 al cinema
Sulle note di White Rabbit di Jefferson Airplane il trailer di Matrix Resurrections è finalmente arrivato. Il primo sguardo al film di Lana Wachowski conferma che la pellicola, su cui c’è stato il riserbo assoluto fino ad oggi, arriverà effettivamente il 22 dicembre negli Stati Uniti sia al cinema che su HBO Max.

In Italia dovremo attendere qualche giorno fino al 1° gennaio 2022, presumibilmente per evitare la diretta concorrenza con Spider-Man: No Way Home (sempre distribuito dalla Warner bros. Italia).

Trattandosi di un progetto attesissimo, ecco uno sguardo ravvicinato alle sequenze più intriganti di questa anteprima.

Se pensavate di tornare alle atmosfere a tinte verdi del primo Matrix, rispolverate l’ultimo film, Revolutions. Il film si concludeva con la “nuova” Matrix e con il ritorno del colore, perciò sembra che al di là di alcuni intenti, la storia sia a tutti gli effetti un seguito del terzo film della saga. Con “intenti” ci riferiamo alla descrizione che la Warner Bros. ha fatto del film nella presentazione ufficiale mandata alla stampa in cui leggiamo che “Matrix Resurrections è una continuazione della storia raccontata nel primo film di Matrix“.

 

Déjà vu?

Ho fatto sogni che non sono solo sogni. Sono pazzo?”

Non usiamo quella parola qui“.

Quando rivediamo Neo, che si è lasciato alle spalle il suo appartamento angusto, troviamo il nostro protagonista in analisi con il personaggio interpretato da Neil Patrick Harris. Questi ha un gatto nero, a giudicare dal collarino, ed è interessante trovare un riferimento al primo film, quando Neo inizia a scoprire di Matrix, notando un gatto passare due volte:

Un déjà vu è un’imperfezione di Matrix, capita quando cambiano qualcosa.

L’inizio del trailer è tutto incentrato sulla nuova vita di Neo, che non sembra essere molto soddisfatto. Non sembra ricordare nulla di quanto accaduto e prende delle pillole azzurre, a riprova del fatto che sarebbero alla base del suo “soggiogamento”. Da notare, tra l’altro, il colore degli occhiali di Harris che in tal senso potrebbero rappresentare un grande indizio.

È già diventato un meme, ma il momento in cui Neo si fa un bagno con una papera di gomma in testa potrebbe essere un riferimento al rubber duck debugging in informatica. Come descrive Wikipedia:

Pratica di debugging che consiste nello spiegare, riga per riga, il funzionamento di un programma ad un oggetto inanimato (come appunto una papera di gomma). L’idea infatti è che, descrivendo dettagliatamente il funzionamento atteso del programma ed osservando allo stesso tempo quello che effettivamente il codice fa, eventuali incongruenze possano venire a galla.

In un’altra scena notiamo Neo in un ristorante giapponese, che richiama direttamente una frase del primo Matrix in cui Neo riconosce i posti in cui è stato: “Dio, lì ci ho mangiato” dice a Trinity. “Degli spaghetti favolosi“.

Sati?

Il trailer ci regala uno sguardo ravvicinato al personaggio di Priyanka Chopra Jonas. Possibile che l’attrice sia stata scelta per interpretare una Sati adulta? Quando a gennaio le hanno chiesto un commento sul suo ruolo, Chopra aveva risposto così:

In Matrix 4 ti vedremo bloccata per aria mentre prendi a calci qualcuno?

[ride] No. Non posso dire molto, ma è un personaggio che non vi aspettate.

La piccola attrice che interpretava Sati, Tanveer K. Atwal, non ha più recitato dopo un piccolissimo ruolo in The Office nel 2006, perciò è comprensibile che la produzione abbia deciso di scegliere un’attrice come Chopra per un ruolo simile.

Nella sequenza la vediamo con un libro molto speciale tra le mani, Alice nel Paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio, un volume che significa tanto nella mitologia di Matrix, come i fan sanno bene. Già in questo primo trailer, tra conigli tatuati e attraversamento di specchi, i riferimenti abbondano.

Resurrections

 

Una carrellata di immagini che parlano da sole: se il film si chiama Matrix Resurrections un motivo ci dovrà pure essere. Alla luce di quanto accaduto in Revolutions, Neo dovrebbe essere morto, o comunque dovrebbe aver esaurito la sua “funzione”.

Il trailer ci mostra però una scena in cui delle macchine sembrano riparare il suo corpo, con una sentinella che osserva. Un’inquadratura ci mostra Neo senza occhi e un’altra in cui risveglia ritrovandosi davanti un altro corpo: è quello di Trinity!

 

Morpheus

Le voci e le teorie già circolavano ed è stato confermato: Yahya Abdul-Mateen II è stato effettivamente scelto per interpretare Morpheus al posto di Laurence Fishburne. A confermarlo è stato l’attore in un post su Instagram in cui ha scritto “MORPHEUS” come didascalia a uno scatto tratto dal trailer.

Più che una versione più giovane di Morpheus, sembra quasi che sia stato scelto per interpretare una variante del personaggio visto ha praticamente la stessa età di Fishburne all’epoca del primo Matrix

L’assenza di Fishburne era ben nota, come confermato dall’attore in più occasioni:

Non ci sono, dovrete chiedere a Lana Wachowski il perché. […] Auguro a tutti ogni bene, spero che il film sia fantastico.

Il personaggio appare molto spiazzato e grazie al sito ufficiale possiamo ammirare quella che sembra la sua creazione.

Richiamando direttamente una scena del primo film di Matrix, rivediamo il personaggio fare i conti con Neo in un dojo:

Il confronto induce Neo a usare i suoi poteri, scatenando un bel po’ di distruzione:

Attraverso lo specchio

Il tatuaggio di un coniglio conduce Neo a seguire un nuovo personaggio interpretato da Jessica Henwick, che ben conosciamo dopo un’apparizione in Star Wars, Iron Fist e nel Trono di spade. “Se vuoi la verità, Neo, dovrai seguirmi“.

Il personaggio sembra avere la capacità di aprire dei portali visto che passano da un ambiente all’altro…

… attraverso uno specchio.

Un altro portale lo ritroviamo in un’altra sequenza in cui Morpheus viene spinto dalla ragazza ad attraversarlo (da notare ancora una volta il passaggio da luci fredde a calde, tutte virate sul giallo).

I due si ritrovano in un corridoio a lottare con degli agenti (che schivano i proiettili come da tradizione):

E poi si gettano dall’edificio.

Nel trailer le sequenze sono vicine, ma le due persone che vediamo finire fuori dalle finestre sono altre: quella in alto sembra in pigiama, quella in basso ha abiti diversi rispetto a Morpheus e socia.

 

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.