L’Hollywood Reporter ha pubblicato un aggiornamento sulle delicate trattative in corso fra la Legendary e la Warner circa la release delle pellicole che hanno realizzato insieme, Dune di Denis Villeneuve e Godzilla vs Kong di Adam Wingard che, in realtà, risulta interessante più per le ripercussioni che il tutto potrebbe avere sugli altri lungometraggi della major (non co-prodotti con la realtà menzionata sopra), Matrix 4 in primis, che, durante il 2021, dovrebbero esordire contemporaneamente al cinema e su HBO Max.

Facciamo un paio di doverosi passi indietro. Che la situazione fra la Warner e la Legendary fosse particolarmente tesa ve lo avevamo già detto. La casa di produzione fondata da Thomas Tull che, dal 2016, è diventata sussidiaria del conglomerato cinese Wanda,  non aveva preso bene la decisione unilaterale di WarnerMedia di portare tutte le pellicole della major contemporaneamente in streaming su HBO Max e al cinema, come risposta emergenziale alla pandemia di nuovo Coronavirus attualmente in corso. Legendary Entertainment ha difatti fornito gran parte dei 175 milioni di dollari di budget di Dune e dei 160 milioni di dollari di budget di Godzilla vs Kong e, proprio per questa ragione, era sul piede di guerra legale (LEGGI TUTTI I DETTAGLI).

Già lo scorso dicembre, avevamo appreso grazie a Deadline che le due compagnie erano vicine a un accordo che avrebbe garantito a Dune l’esclusività del debutto al cinema il prossimo autunno, confermando la release ibrida streaming/sala di Godzilla vs Kong. Il nuovo report dell’Hollywood Reporter si focalizza, fin dal titolo, sul fatto che per il monster movie la bega sia d’imminente risoluzione, ma in realtà la parte interessante è ancora quella relativa alle trattative per Dune e alle eventuali conseguenze che l’eventuale decisione potrebbe avere sulla strategia di distribuzione che lo studio adotterà in nordamerica nel corso del 2021. Il magazine puntualizza, innanzi tutto, che per quanto tortuoso possa essere il percorso, anche in questo caso si giungerà a un compromesso, ma ci sono comunque dei “però” da sbrogliare.

Il primo: il volere di Denis Villeneuve. La Warner e la Legendary starebbero valutando diverse opzioni per la finestra di distribuzione esclusiva in sala di Dune, ma non è ancora chiara la strada che Denis Villeneuve vorrà percorrere con il suo Dune.

Seconda grana: a quanto pare, per pubblicizzare il proprio servizio streaming, HBO Max, la Warner avrebbe impiegato delle immagini di Dune senza avere la facoltà effettiva per poterlo fare. La Legendary Pictures, leggiamo sull’Hollywood Reporter, non si è ufficialmente espressa in merito.

Terzo problema: l’uscita cinematografica esclusiva di Dune, potrebbe dare vita a un precedente consentendo anche ad altri registi di esigere un trattamento simile. E in prima fila ci sarebbe Lana Wachowski, la regista di Matrix 4. La posizione della filmmaker, secondo quanto riportato dal magazine, è irremovibile: Lana Wachowski vuole vedere il suo Matrix 4 al cinema. In esclusiva.

Insomma, pare proprio che malgrado l’annuncio in pompa magna fatto a inizio dicembre, lo status del listino – nordamericano in primis – della Warner sia ancora decisamente fluido.

 

 

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!