Ieri sera, verso le 21.30, il nostro Andrea Bedeschi ha potuto fare una lunga chiacchierata con David Goyer (Batman Begins, L’Uomo d’Acciaio), showrunner di Fondazione la nuova, attesissima, serie tratta dall’opera sci-fi di Isaac Asimov che è stata adattata per la prima volta per il piccolo schermo (GUARDA IL TRAILER ITALIANO).

In attesa di proporvi la versione integrale della chiacchierata fatta, dato il tema caldo, c’è un nuovo film di Matrix in uscita fra qualche mese, vi proponiamo la parte del botta e risposta in cui il nostro Bede ha chiesto al celeberrimo sceneggiatore e produttore quale sia la sua opinione in merito a una questione che viene dibattuta fin dalla fine degli anni ’90: Matrix ha davvero copiato da Dark City?

Dark City è la pellicola di Alex Proyas (Il Corvo) uscita nel 1998 è nata da un’idea del regista australiano che l’ha poi sceneggiata proprio con David Goyer – il quale fra l’altro aveva realizzato lo script de Il Corvo II – e Lem Dobbs. Il film, un thriller scifi noir decisamente distopico, ha diversi punti di contatto con la pellicola delle sorelle Wachowski che sarebbe arrivata nei cinema l’anno successivo (ecco, a tal proposito, un saggio visuale segnalato tempo fa da IndieWire). Ma è davvero così? Sentiamo cosa ci ha risposto David Goyer:

AB: Se c’è un film degli anni ’90 che si merita lo status di cult è Dark City, che hai scritto con Alex Proyas e Lem Dobbs. Si discute da anni sul fatto che Matrix abbia in qualche modo copiato da Dark City. Per me sono semplicemente due bei film figli dello stesso zeitgeist. Visto che fra qualche mese uscirà un nuovo Matrix, volevo sapere la tua idea in proposito.

DG: Penso che tu abbia ragione, cioè si tratta di qualcosa che era già nell’aria, nello zeitgeist di quegli anni. Ed è una cosa che avviene spesso, di tanto in tanto. Penso anche che le Wachowski, molto semplicemente, al tempo leggessero gli stessi libri e guardassero le stesse cose che guardavamo anche noi, cosa che ha portato alla nascita di alcuni “crossover estetici” per così dire, condividevamo tutti gli stessi interessi. Ma Dark City, che comincia con un’idea in tutto e per tutto appartenente ad Alex Proyas, era anch’esso una specie di crossover che nasceva da quello che piaceva ad Alex e a me. Penso che i due film possano tranquillamente coesistere, a me va benissimo. Penso che siano entrambi dei film grandiosi.

Qua sotto trovate il vecchio trailer italiano di Dark CIty:

 

Potete rimanere aggiornati su Matrix Resurrections grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

BadTaste è anche su Twitch!

Cosa ne pensate delle parole di David Goyer? Ditecelo nei commenti!