Insieme a The Batman, il panel dedicato alla Snyder Cut di Justice League al DC FanDome è stato uno di quelli che hanno fatto parlare di più i fan. Zack Snyder ha finalmente svelato che il “suo” film durerà quattro ore e verrà diviso, per chi volesse, in quattro puntate da un’ora. Inoltre ha svelato finalmente le primissime immagini attraverso un intenso trailer sulle note di Hallelujah di Leonard Cohen. In due minuti di durata, sono già tante le differenze che si possono notare tra questa versione e il film uscito in sala, che come noto è stato in gran parte riscritto da Joss Whedon, che ha girato diverse scene inedite e, su indicazione della Warner, ha limitato la durata a meno di due ore.

Ecco un elenco delle principali differenze:

IL FORMATO

Una cosa non da poco è il fatto che l’intero film è stato girato in formato IMAX, e verrà proposto con lo stesso formato. Il trailer appare quindi quasi quadrato per questo motivo, come aveva spiegato lo stesso Snyder qualche settimana fa alla Justice Con:

Quando lavoravamo a Batman v Superman, girammo molte scene in formato IMAX. Dopo aver visto il film in un gigantesco cinema IMAX di quelli alti dieci piani, divenni ossessionato da quelle immagini immense in formato quasi quadrato. E continuavo a pensare che i film, invece, diventano sempre più widescreen, più rettangolari, più anamorfici. Quindi abbiamo girato Justice League in aspect ratio 1.43:1. La mia intenzione era far sì che il film potesse essere proiettato in uno di quei giganteschi cinema IMAX. La cosa mi influenzò molto anche sul piano estetico: i supereroi tendono a essere meno orizzontali, a livello di immagine, e molto più verticali. Quindi ho girato il film tenendo presente questa cosa, a livello di composizione, e molto del ‘restauro’ che stiamo effettuando ora consiste nel cercare di recuperare questa cosa. La scena di Wonder Woman che ho pubblicato è nel formato originale con cui ho girato il film. Non è che l’abbiamo croppato per Instagram, è semplicemente come l’abbiamo girata. Si tratta di un’estetica completamente diversa. Per questo parlo di restauro: stiamo recuperando il full frame, moltissime scene vennero rovinate dal crop.

Anche la fotografia è estremamente diversa, con uno schema di colori più affine alla sensibilità di Snyder, e questo si nota già dal trailer.

DARKSEID, STEPPENWOLF E DESAAD

Solo accennato e mai mostrato nell’edizione cinematografica, Darkseid viene mostrato subito nel trailer della Snyder Cut (tra l’altro brandisce un’arma che nei fumetti utilizzava quando era ancora noto come Uxas). Se in Justice League la durata di due ore aveva costretto Joss Whedon a semplificare riducendo i villain da due a uno (Steppenwolf), qui sembra verrà dato il giusto spazio alle forze di Apokalips (vediamo anche Desaad, interpretato da Peter Guinness). Tra l’altro, nel trailer vediamo il nuovo volto di Steppenwolf, molto diverso da quello della versione cinematografica.

snyder cut steppenwolf

snyder cut darkseid

snyder cut desaadL’INCUBO DI BATMAN

In Batman v Superman: Dawn of Justice c’era una scena, conosciuta come “Knightmare”, che avrebbe dovuto ricollegarsi a due film sulla Justice League. Whedon abbandonò questa linea narrativa, ma nel trailer vediamo come alcuni elementi si colleghino direttamente a quella sequenza (in particolare, la visione che Batman ha di Barry Allen in Batman v Superman).

Nella scena presente nel trailer vediamo la devastazione portata da Darkseid, con i resti della Hall Of Justice, il tridente abbandonato di Aquaman e lo scudo di Wonder Woman: la Justice League è distrutta. C’è anche una carta di Joker, la stessa vista sul braccio di Batman nel Knightmare.

LA RESURREZIONE DI SUPERMAN

Durante la promozione di Justice League, la Warner Bros nascose il ritorno di Superman. Nel trailer della Snyder Cut, ovviamente, la risurrezione non viene nascosta, e anzi appare molto diversa da quella vista sul grande schermo (soprattutto per il ruolo svolto da Lois Lane). Su tutto, Superman indossa il costume nero che i dirigenti della Warner in un primo momento non volevano venisse usato. Nel trailer è anche presente una scena con Lois, Martha e Clark che si abbracciano nella fattoria Kent, una scena vista parzialmente nel film originale ma molto diversa (Martha non c’era).

Ricordiamo che il regista ha rivelato che la Snyder Cut si aprirà con un flashback sul finale di Batman v Superman e la morte di Superman: il sacrificio del supereroe, e in particolare il suo potentissimo urlo, attiva le Scatole Madri.

snyder cut superman

IL RITORNO DI CYBORG E IL DESTINO DI SILAS STONE

La “riduzione” di Justice League a due ore di durata ha comportato anche tagli ad alcune storyline, la prima è quella legata a un personaggio introdotto per la prima volta proprio in questo film, e cioè Cyborg. Nel trailer vediamo come il supereroe interpretato da Ray Fisher sia presente in realtà in diverse scene inedite, lasciando intendere che abbia un ruolo più centrale e che scopriremo di più anche sulle sue abilità. Lo vediamo, per esempio, salvare un poliziotto (Marc McClure), una scena vista nei trailer originali del film ma tagliata dall’edizione cinematografica (McCloure finì per interpretare un ufficiale di polizia). Lo stesso Snyder ha più volte sottolineato (anche al DC FanDome) che Cyborg è il “cuore” della sua storia, e perderà l’ultimo collegamento con l’umanità quando il padre morirà (cosa rimossa da Justice League). Il trailer rivela infatti in maniera molto esplicita la morte di Silas Stone (Joe Morton): il creatore di Cyborg sopravviveva nel film di Joss Whedon, mentre Snyder aveva già fatto intuire l’anno scorso che l’uomo sarebbe dovuto morire nei laboratori S.T.A.R. Nel trailer vediamo che viene sostanzialmente vaporizzato davanti a suo figlio mentre fa esperimenti su una Scatola Madre.

snyder cut silas

snyder cut cyborg

UN FLASH TRIDIMENSIONALE

Il secondo personaggio che in Justice League appariva molto trascurato è Barry Allen, ma il trailer della Snyder Cut lascia intendere che nel film di Snyder verrà dato molto più spazio allo sviluppo del personaggio. In una scena vediamo Barry che soccorre Iris West (Keirsey Clemons) dopo un incidente d’auto. Iris non era presente in Justice League.

SNYDER CUT: TUTTE LE INFORMAZIONI

Vi ricordiamo che il film arriverà sulla piattaforma streaming nel 2021: Snyder sta terminando la post-produzione che non aveva avuto le risorse per completare, impiegando un budget superiore ai 30 milioni di dollari.

La Snyder Cut sarà divisa in quattro parti da un’ora ciascuna, ma sarà anche possibile vederla come un unico film lungo 4 ore. Per chi vive in paesi dove non esiste HBO Max (come l’Italia), la Warner Bros sta lavorando ad accordi di distribuzione, quindi il film arriverà nel 2021 in tutto il mondo.

Fonte: SR