Con l’arrivo in home video dell’edizione in 4K della saga d’Indiana Jones, sono cominciati ad arrivare online anche i video comparativi che mettono a confronto le varie edizioni arrivate in commercio nel corso degli anni: il cofanetto in DVD del 2003, quello in Blu-ray del 2013 e, appunto, quello recentissimo in 4K.

Nella parte alta della pagina trovate quello dedicato ai Predatori dell’arca perduta, il film che, nel 1981, ha dato inizio all’epopea d’Indiana Jones e, a seguire, trovate Il tempio maledetto, L’ultima crociata e Il regno del teschio di cristallo.

 

 

 

 

Ma non è tutto.

Qua sotto trovate anche un backstage ufficiale dagli extra dei Predatori dell’arca perduta diffuso via Instagram dalla Amblin dedicato a un momento della pellicola che ha a che fare con il ben noto “punto debole” d’Indiana Jones: i serpenti!

 

 

Tutti e quattro i film del franchise, sono stati rimasterizzati utilizzando gli scan dei negativi originali e tutto il lavoro di rimasterizzazione è stato approvato dallo stesso Steven Spielberg.

Vi ricordiamo che la Lucasfilm è al lavoro su un nuovo film del franchise. Circa un mese fa, abbiamo appreso che Phoebe Waller-Bridge (Fleabag) è entrata a far parte del cast del lungometraggio (ECCO TUTTI I DETTAGLI).

Steven Spielberg tornerà nelle vesti di produttore insieme a Kathleen Kennedy, Frank Marshall e a Simon Emanuel. John Williams sarà impegnato nuovamente nella colonna sonora.

Per la prima volta, da quando il franchise esiste, un capitolo di Indiana Jones non verrà diretto dal Steven Spielberg che ha deciso, in totale autonomia, che doveva essere un nuovo regista a dare forma alla pellicola con una prospettiva e un taglio inediti.

James Mangold sta scrivendo il film insieme a Jonathan Kasdan, figlio di Lawrence Kasdan (sceneggiatore dei Predatori dell’Arca Perduta), non sappiamo se i due abbiano deciso di partire ex novo o di utilizzare comunque come base la storia sviluppata da Spielberg e Koepp.

Annunciato nel 2016, Indiana Jones 5 doveva uscire il 19 luglio 2019, ma è stato rinviato prima al 10 luglio 2020, poi al 9 luglio 2021 e infine al 29 luglio 2022.