Il costume di Wonder Woman è stato da subito oggetto di numerose discussioni. In prima battuta era stato presentato un primo prototipo, indossato nella primissima immagine ufficiale dalla protagonista della reinvenzione del noto show – Adrianne Palicki, che aveva ricevuto numerose critiche per via dell’aspetto lucido e di altri dettagli (come gli stivaletti blu invece che rossi).

Successivamente è stato possibile ‘scorgere’ una nuova versione dell’eroina, grazie alle foto scattate sul set del pilot che era stato allestito sulla Hollywood Boulevard, che avevano permesso di identificare le numerose modifiche apportate al completo.

Adesso il presidente NBC, Robert Greenblatt, ha snocciolato nuovi interessanti dettagli in merito a TVLine.

In prima battuta Greenblatt ha dichiarato che il costume indossato dalla supereroina a Los Angeles faceva già parte sin dall’inizio dell’armadio di Diana Prince. E non solo, perché ha anche rivelato che esiste una terza versione dello stesso che ‘renderà i fan della serie originale molto felici‘.

All’inizio è nato una specie di scandalo per via dei pantaloni lunghi. Sai, pantaloni aderenti al posto di quei piccoli short [indossati da Lynda Carter nella serie TV originale]. Ma gli short erano programmati sin dall’inizio. Compariranno nel confronto finale con Veronica Cale (Elizabeth Hurley).”

E poi ha aggiunto: “Non abbiamo apportato molti cambiamenti rispetto quanto avevamo pianificato. Ma ascoltare i feedback va sempre bene. Preferisco avere a che fare con persone impegnate nel confronto, anche nel caso in cui manifestino odio per qualcosa, rispetto ad una qualsiasi forma di noia .”

Sebbene le attenzioni e le critiche al guardaroba di Wonder Woman siano state parecchie e si siano pian piano placate, non sono mancati i commenti negativi nei confronti della bozza della sceneggiatura di David E. Kelley che è trapelata in Febbraio: “Ci sono sempre critiche, su ogni cosa,” dice Greenblatt. “Se le stessimo sempre ad ascoltare,  probabilmente non riusciremmo mai a completare il nostro lavoro. David è un grande autore… e al momento penso che stia dando un’intelligenza allo show che altri scrittori non sarebbero stati in grado di dare. Credo che sarà interessante vedere il risultato finale.”

Potrebbe sembrare una scommessa sicura, ma è ancora troppo presto per dirlo:  “Faccio questo lavoro da abbastanza tempo per sapere che non ci sono scommesse sicure. Anche con le migliori intenzioni e la gente migliore, non lo saprai finchè non avrai finito – e [per Wonder Woman] ci vorranno ancora diverse settimane. Ma sta calamitando molta attenzione. Molta.”

Il progetto, prodotto dalla Warner Bros TV per il network NBC (cui spetta la decisione di ordinare un’intera stagione), è la reinvenzione dell’iconico personaggio dei fumetti DC. Wonder Woman, ovvero Diana Prince: una vigilante che combatte il crimine a Los Angeles, ma anche la dirigente di una grossa azienda e una donna moderna che cerca di mantenere un equilibrio tra questi vari aspetti della sua vita straordinaria.

Fonte: TVLine