All or Nothing: Tottenham Hotspur, la recensione

Vi ricordate quando, in pieno lockdown, Netflix fece uscire The Last Dance, la docuserie sull’ultima stagione di Michael Jordan con i Chicago Bulls? Critica e pubblico si unirono nelle lodi a un prodotto che parlava sì di basket, ma che riusciva, partendo dallo sport, a costruire una narrazione più ampia e variegata e soprattutto universale, capace di rivolgersi anche a chi con la pallacanestro non aveva mai avuto nulla a che fare fino a quel momento. The Last Dance è una serie che bombarda di domande chi la guarda: “Seguiresti un uomo come MJ?”, “fin dove ci si può spingere per ottenere un risultato?”, “se il bullismo ti rende un professionista migliore, è giusto venire bullizzati dai propri superiori?”, “uno sportivo può prendere posizioni politiche o deve rimanere super partes?”, e chissà quante altre.

All or Nothing: Tottenham Hotspur, decima stagione della docuserie Amazon e seconda dedicata al calcio dopo ...