Robin, primo episodio di Scandal dopo il lungo hiatus invernale, invece di risolvere il pressante interrogativo su come, o se, Quinn Perkins sia morta, si rivela un’ora piuttosto pigra e nostalgica, dedicata al doloroso addio dei Gladiatori alla loro amica. Questo, ovviamente, se fate parte di quel gruppo di persone che crede davvero che il personaggio sia davvero morto, off-screen, nelle circostanze che ci sono state descritte e nel modo più insulso che mai serie TV avrebbe potuto concepire, con tanto di  Olivia a pochi metri di distanza che nemmeno si preoccupa di precipitarsi a verificare lo stato di salute del destinatario del colpo sparato dal padre.

Se non fosse già sufficientemente chiaro, noi non rientriamo tra quelli che pensano che il personaggio abbia subito questa ignominiosa fine.
Scandal è – dal nostro punto di vista – un autentico incubo narrativo, esagerato, scomposto, a tratti ridicolo, una serie che – per ritrovare un po’ di vita – ...