Friends: The Reunion non è un evento, è una cerimonia. Ha la solennità degli appuntamenti unici, simili a tanti altri, ma diversi da loro come diverso è il rapporto incredibile che lega gli spettatori a questa serie tv. Nell’epoca di internet, dei meme, dell’intrattenimento usa e getta, Friends resiste come punto di riferimento congelato nel tempo. Come se fosse parte del patrimonio condiviso e dato per scontato per almeno un paio di generazioni. E tutto ciò che di questa sitcom oggi dovrebbe apparire datato e lontanissimo da noi, dallo stile di vita alla tecnologia ai vestiti, ha superato la prova del tempo. Come le prime stagioni dei Simpson, Friends è un motore che alimenta in perpetuo il proprio mito, e che non deve nemmeno permettersi il lusso della nostalgia perché – in fondo – non se ne è mai andato davvero.

Se esiste una formula segreta per tutto questo, è probabilmente quella di un progetto creato in laborat...