Si è tenuta stanotte la 74esima edizione dei Golden Globes, il premio assegnato dall’Hollywood Foreign Press (l’associazione della stampa internazionale di spettacolo a Hollywood) ai migliori film e serie tv dell’anno.

Durante la cerimonia, condotta da Jimmy Fallon, è statp anche consegnato a Meryl Streep (vincitrice di ben otto Golden Globes nella sua lunga carriera) il Cecil B. DeMille Award, premio alla carriera dell’Hollywood Foreign Press.

Come ogni anno, vi ricordiamo che i Golden Globes non hanno formalmente alcun valore nella corsa all’Oscar, riflettendo solo e unicamente i gusti dell’HFPA, un’organizzazione indipendente composta da meno di un centinaio di membri della stampa estera che peraltro spesso tiene a mente i potenziali ascolti della cerimonia trasmesa dalla NBC. Vi è poi una divisione in categorie (commedia / dramma) che rende totalmente diversi, nella sostanza, i Golden Globes dagli Oscar. Rispetto agli altri anni, però, quest’anno i premi sono stati assegnati PRIMA della chiusura delle votazioni delle nomination agli Oscar, che si concluderanno il 13 gennaio (l’annuncio avverrà il 24 gennaio). La visibilità mediatica che otterranno i vincitori dei Golden Globes di quest’anno, quindi, potrebbe avere un certo impatto sulle nomination, cosa da non sottovalutare.

In una cerimonia che – come prevedibile – ha visto molti discorsi di accettazione andare su tematiche politiche (mancano ormai pochi giorni all’insediamento di Donald Trump come Presidente degli Stati Uniti), i premi non hanno sorpreso particolarmente. Tuttavia ci sono stati alcuni momenti inaspettati: senza dubbio, molti sospettavano che La La Land avrebbe ottenuto tutti e sette i premi per i quali era stato nominato, così come il riconoscimento per Moonlight era piuttosto scontato (unico ottenuto su sei nomination), tuttavia in pochi immaginavano che Mahershala Ali avrebbe perso il Golden Globe come miglior attore non protagonista in favore di Aaron Taylor-Johnson (Animali Notturni). E se la vittoria di Elle come miglior film straniero era praticamente certa (magra consolazione per il film di Paul Verhoeven, che non è stato selezionato dall’Academy nella rosa di titoli candidabili all’Oscar per la stessa categoria), il vero shock della serata è stato il Golden Globe a Isabelle Huppert come migliore attrice in un film drammatico, premio che tutti davano per certo a Natalie Portman per Jackie.

Ecco tutti i vincitori della sezione cinema, mentre su BadTV.it trovate tutti i vincitori della sezione tv:

MIGLIOR FILM DRAMMATICO
Hacksaw Ridge (Summit Entertainment/Lionsgate)
Hell or High Water (CBS Films/Lionsgate)
Lion (The Weinstein Co.)
Manchester by the Sea (Amazon Studios)
Moonlight (A24) **WINNER**

MIGLIORE ATTRICE IN UN FILM DRAMMATICO
Amy Adams, Arrival
Jessica Chastain, Miss Sloane
Isabelle Huppert, Elle **WINNER**
Ruth Negga, Loving
Natalie Portman, Jackie

MIGLIOR ATTORE IN UN FILM DRAMMATICO
Casey Affleck, Manchester by the Sea **WINNER**
Joel Edgerton, Loving
Andrew Garfield, Hacksaw Ridge
Viggo Mortensen, Captain Fantastic
Denzel Washington, Fences

MIGLIOR FILM – COMMEDIA O MUSICAL
20th Century Women (A24)
Deadpool (20th Century Fox)
Florence Foster Jenkins (Paramount Pictures)
La La Land (Summit Entertainment/Lionsgate) **WINNER**
Sing Street (The Weinstein Co.)

MIGLIORE ATTRICE IN UN FILM – COMMEDIA O MUSICAL
Annette Bening, 20th Century Women
Lily Collins, Rules Don’t Apply
Hailee Steinfeld, The Edge of Seventeen
Emma Stone, La La Land **WINNER**
Meryl Streep, Florence Foster Jenkins

MIGLIOR ATTORE IN UN FILM – COMMEDIA O MUSICAL
Colin Farrell, The Lobster
Ryan Gosling, La La Land **WINNER**
Hugh Grant, Florence Foster Jenkins
Jonah Hill, War Dogs
Ryan Reynolds, Deadpool

MIGLIOR FILM ANIMATO
Kubo and the Two Strings (Focus Features)
Moana (The Walt Disney Studios)
My Life as a Zucchini (GKIDS)
Sing (Universal Pictures)
Zootopia (The Walt Disney Studios) **WINNER**

MIGLIOR FILM STRANIERO
Divines (Netflix)
Elle (Sony Pictures Classics)
Neruda (The Orchard)
The Salesman (Cohen Media Group)
Toni Erdmann (Sony Pictures Classics)

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Viola Davis, Fences **WINNER**
Naomie Harris, Moonlight
Nicole Kidman, Lion
Octavia Spencer, Hidden Figures
Michelle Williams, Manchester by the Sea

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Mahershala Ali, Moonlight
Jeff Bridges, Hell or High Water
Simon Helberg, Florence Foster Jenkins
Dev Patel, Lion
Aaron Taylor-Johnson, Nocturnal Animals **WINNER**

MIGLIOR REGISTA
Damien Chazelle, La La Land **WINNER**
Tom Ford, Nocturnal Animals
Mel Gibson, Hacksaw Ridge
Barry Jenkins, Moonlight
Kenneth Lonergan, Manchester by the Sea

MIGLIOR SCENEGGIATURA
Damien Chazelle, La La Land **WINNER**
Tom Ford, Nocturnal Animals
Barry Jenkins, Moonlight
Kenneth Lonergan, Manchester by the Sea
Taylor Sheridan, Hell or High Water

MIGLIOR COLONNA SONORA
Nicholas Britell, Moonlight
Justin Hurwitz, La La Land **WINNER**
Johann Johannsson, Arrival
Dustin O’Halloran, Hauschka, Lion
Hans Zimmer, Pharrell Williams, Benjamin Wallfisch, Hidden Figures

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
“Can’t Stop the Feeling,” Trolls
Music by: Justin Timberlake, Max Martin, Shellback
Lyrics by: Justin Timberlake, Max Martin, Shellback
“City of Stars,” La La Land  **WINNER**
Music by: Justin Hurwitz
Lyrics by: Benj Pasek, Justin Paul
“Faith,” Sing
Music by: Ryan Tedder, Stevie Wonder, Francis Farewell Starlight
Lyrics by: Ryan Tedder, Stevie Wonder, Francis Farewell Starlight
“Gold,” Gold
Music by: Brian Burton, Stephen Gaghan, Daniel Pemberton, Iggy Pop
Lyrics by: Brian Burton, Stephen Gaghan, Daniel Pemberton, Iggy Pop
“How Far I’ll Go,” Moana
Music by: Lin-Manuel Miranda
Lyrics by: Lin-Manuel Miranda

I vincitori divisi per numero di premi e per studios:

  • La La Land: 7
  • Elle: 2
  • Fences: 1
  • Manchester by the Sea: 1
  • Moonlight: 1
  • Nocturnal Animals: 1
  • Zootopia: 1
  • Lionsgate: 7
  • Sony Pictures Classics: 2
  • A24: 1
  • Amazon Studios/Roadside Attractions: 1
  • Disney: 1
  • Focus Features: 1
  • Paramount Pictures: 1