Da quando la produzione di Captain America: Civil War è ufficialmente partita, le voci circa una morte illustre, peraltro ben conosciuta da parte dei lettori di fumetti Marvel, è cominciata a circolare con insistenza, rafforzata dal fatto che, anni fa, Sebastian Stan ha rivelato di essere vincolato da un contratto che prevede la partecipazione a ben 9 film dell’UCM.

Il decesso in questione è quello dello stesso Captain America.

Per diverso tempo della questione non si è quasi più parlato fino a che, a margine dei reshoot del film effettuati dai fratelli Russo, è emerso che i due avrebbero girato più finali per depistare i fan e i frenetici rumour della stampa.

Secondo Geek.com, il Primo Vendicatore morirà alla fine della pellicola, ucciso da Crossbones (Frank Grillo).

Il sito aggiunge che ci sono due finali materialmente girati da Russo, uno in cui Captain America scompare, nella notte, insieme ai suoi compagni Avengers e un altro in cui viene, appunto, ammazzato da Cossbones.

Come nei fumetti, il suo ruolo verrà ripreso dal Soldato d’Inverno: Geek.com avrebbe ricevuto una soffiata secondo la quale Sebastian Stan avrebbe già effettuato le varie prove con il costume di Cap. Il sito specifica: nei piani dei Marvel Studios lo Steve Rogers di Chris Evans sarebbe del tutto fuori dai giochi in Avengers – Infinity War Pt. 1, che si concentrerà principalmente sullo Spider-Man di Tom Holland e il Bucky di Sebastian Stan, per poi resuscitare Captain America nel gran finale della Parte 2.

Cosa ne pensate? Potete dircelo nei commenti al post o nel Forum Supereroi.

Scritto da Christopher Marcus e Stephen McFeely, e diretto da Anthony e Joe Russo, Captain America: Civil War uscirà il 6 maggio 2016, in Italia il 4 maggio 2016.

La sinossi:

Il film Marvel Captain America: Civil War vede Steve Rogers al comando della nuova squadra degli Avengers, intenti a proseguire la loro lotta per salvaguardare l’umanità. Ma, quando un altro incidente internazionale in cui sono coinvolti gli Avengers provoca dei danni collaterali, le pressioni politiche chiedono a gran voce l’installazione di un sistema di responsabilità, presieduto da un consiglio d’amministrazione che sorvegli e diriga il team. Questa nuova dinamica divide gli Avengers in due fazioni: una è capeggiata da Steve Rogers, il quale desidera che gli Avengers rimangano liberi dalle interferenze governative, mentre l’altra è guidata da Tony Stark, che ha sorprendentemente deciso di sostenere il sistema di vigilanza istituito dal governo.

Nel cast Chris Evans (Steve Rogers/Captain America), Robert Downey Jr. (Tony Stark/Iron Man), Scarlett Johansson (Natasha Romanoff/Vedova Nera), Sebastian Stan (Bucky Barnes/Soldato d’Inverno), Anthony Mackie (Sam Wilson/Falcon), Paul Bettany (Visione), Jeremy Renner (Clint Barton/Occhio di Falco), Don Cheadle (Jim Rhodes/War Machine) e Elizabeth Olsen (Wanda Maximoff/Scarlet Witch).

Ma anche Paul Rudd (Scott Lang/Ant-Man), Chadwick Boseman (T’Challa/Pantera Nera), Emily VanCamp (Sharon Carter/Agente 13), Daniel BrühlFrank Grillo (Brock Rumlow/Crossbones), William Hurt (Generale Thaddeus “Thunderbolt” Ross) e Martin Freeman. Il nuovo Spider-Man sarà interpretato da Tom Holland.

Nel team creativo, il direttore della fotografia Trent Opaloch (Captain America: The Winter Soldier, Elysium), lo scenografo Owen Paterson (Godzilla, Matrix), la costumista tre volte candidata al premio Oscar Judianna Makovsky (Captain America: The Winter Soldier, Harry Potter e la Pietra Filosofale).