War for the Planet of the Apes: dettagli e aspettative sul film di Matt Reeves dal panel del New York Comic-Con

Attenzione: l'articolo contiene spoiler
Il regista Matt Reeves, il produttore Dylan Clark e Andy Serkis hanno partecipato al New York Comic-Con, mostrando alcune sequenze di War for the Planet of the Apes e svelandone alcuni dettagli circa la trama e i personaggi.

 

 

This is where he loses that” ha dichiarato Serkis parlando di un Cesare molto più spietato rispetto al passato. In War, vedremo un Cesare meno empatico nei confronti degli umani, tormentato da demoni interiori e che biasima se stesso per non essere riuscito a evitare una guerra. Parte delle questioni che lo separavano da Koba riguardavano proprio il differente approccio alla razza umana. “La domanda è semplice” dichiara Matt Reeves, “Riuscirà Cesare a tenere a bada i propri demoni interiori meglio di quanto facesse Koba?”.

Nonostante i suoi dubbi, Cesare sarà circondato, ancora una volta, da comprimari che lo aiuteranno a ragionare e mantenere la calma, quando possibile. Quando Cesare rivela i propri piani di uccidere il Colonnello, immediatamente Maurice, Rocket e Luca insistono per accompagnarlo. In una delle sequenze mostrate al Comic-Con vediamo Maurice calmo ma molto fermo con Cesare, abbassandone la mano che impugna una pistola puntata contro una ragazza e insistendo sul portare la giovane con loro dal momento che non potrebbe sopravvivere da sola. Cesare accetta, mostrando ancora un certo livello di empatia. Reeves ha descritto Maurice e la ragazza come “le fonti di un barlume di coscienza” per Cesare.

Il regista ha inoltre rivelato che, nel terzo capitolo, il punto di vista di Cesare sarà totalizzante. “Farà quello che c’è da fare, anche scelte estreme. Ma è il suo mondo a essere estremo” ha specificato Reeves. Ci sarà una importante storyline che coinvolge gli umani, ma sarà vista con gli occhi di Cesare. Il mondo umano sarà prevalentemente rappresentato dal Colonnello ma, come tende a specificare il regista, il personaggio sarà un avversario, non un villain. La contrapposizione con Cesare occuperà una parte importante del film, ma sarà soprattutto un duello di nervi e di punti di vista, pronto anche a rivelare “una bizzarra connessione tra i due”.

“È un film di stampo più epico” ha rivelato Clark, mentre Reeves ha svelato che le fonti di ispirazione sono state Apocalypse Now, La Sottile Linea Rossa, Il Ponte sul Fiume Kwai e Platoon per quanto riguarda i film di guerra, con influenze da Ben-Hur, I Dieci Comandamenti e Gli Spietati. “Ma ci sarà anche più humor rispetto ai primi due” hanno promesso Reeves e Clark.

Il film arriverà al cinema a 3 anni di distanza da Apes Revolution – Il Pianeta delle Scimmie, il 14 luglio 2017.

Michael Giacchino tornerà a occuparsi della colonna sonora. Nel cast Andy Serkis, Judy Greer, Steve Zahn, Woody Harrelson e Gabriel Chavarria.

Fonte: Slashfilm

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.